MotoGP | GP Austria 2022, Qualifiche: Enea Bastianini di nuovo in vetta, firma la prima pole in carriera davanti a Bagnaia

Alyoska Costantino - 20 Agosto 2022 - 15:40

Prima pole di Bastianini in MotoGP, Bagnaia beffato per 0”024. Prima fila completata da Miller, Quartararo ci mette una pezza ed è quinto.


Dopo aver assistito alla Q2 del GP Austria 2022 classe MotoGP, forse l’aggiunta di una gara Sprint nel prossimo futuro potrebbe non sembrare necessaria per le emozioni che questa sessione ha regalato. 

Al termine di un confronto sul cronometro tra almeno cinque piloti, Enea Bastianini ha conquistato la prima pole in top class in 1:28.772, battendo il connazionale e possibile futuro compagno di squadra Francesco Bagnaia per 0”024. La prima fila del Gran Premio sarà completata da Jack Miller sulla seconda Ducati ufficiale; la Casa di Borgo Panigale, inoltre, ha in Bastianini il quinto poleman differente dell’anno, cosa che non succedeva dal 1988 quando Yamaha conquistò almeno una pole in 500cc con Tadahiko Taira, Wayne Rainey, Kevin Magee, Eddie Lawson e Christian Sarron. 

La seconda fila sarà aperta da Jorge Martín, davanti ai francesi Fabio Quartararo e Johann Zarco. Se per il #5 si tratta di un risultato anche un po’ deludente dopo le premesse del venerdì e del sabato mattina, per “El Diablo” è una seconda fila dal sapore unico, visto il gap che c’è tra la sua M1 e le Desmosedici qui al Red Bull Ring. Aleix Espargaró, suo primo inseguitore in campionato, è nono. 

LA CRONACA – Q1 

Inizialmente la sfida per il passaggio alla seconda sessione di qualifica è tutta in famiglia: Aleix e Pol Espargaró firmano i migliori due tempi e rimangono separati da 0”04, col fratello maggiore primo e l’hondista secondo. Luca Marini è a sua volta vicinissimo, fuori dalla Q2 virtuale per 0”02. 

A rompere le uova nel paniere degli Espargaró ci pensa Fabio Di Giannantonio, che grazie ad un ottimo T4 si piazza alle spalle del pilota Aprilia per 0”1, il quale nel frattempo ha migliorato il proprio tempo. “Polyccio” rimane dunque fuori, così come gli altri piloti Honda, Marini e Bezzecchi. Il “Bez” è stato anche autore di una scivolata in curva 2b, imitato pochi secondi dopo da Álex Márquez; il #72 partirà 20°, dietro ad Andrea Dovizioso. 

Q2 

Appena salito dalla Q1, Aleix è subito protagonista anche nella seconda sessione, nella quale comincia un duello per la testa con Jack Miller. La spunta l’australiano girando in 1:28.9, mentre il #41 vede la cancellazione del proprio tempo migliore per aver oltrepassato i limiti della pista alla Rindt. 

Dopo un primo run poco felice e contraddistinto anche da un errore alla chicane, Bagnaia anticipa tutti e a sei minuti dal termine comincia il suo attacco al tempo. Dopo un primo giro valevole per il secondo posto, Pecco sale in testa alla classifica con un 1:28.7 col compagno Miller a 0”1, mentre le due Aprilia di Viñales ed Espargaró non riescono a sfruttare al meglio le gomme nuove. 

Le minacce più grandi alla pole di Pecco sono le altre due Ducati di Jorge Martín ed Enea Bastianini: il madrileno non va oltre il quarto posto, ma la “Bestia” compie un miracolo nel T4 guadagnando un decimo sul torinese e prendendosi la pole in 1:28.772. Quartararo, intanto, tira fuori il massimo dalla M1 ma non va oltre al quinto posto, come primo pilota sopra il ‘29. 

Seconda fila completata da Johann Zarco, mentre in terza fila ci saranno le due Aprilia RS-GP22 (Viñales settimo, Espargaró nono) a chiudere a panino Joan Mir. Chiude la top ten Di Giannantonio, davanti all’altra Suzuki di Rins e a Brad Binder. 

Qui i risultati della Q1, della Q2 e la griglia di domani per la MotoGP. 

Fonte immagine: gresiniracing.com