MotoGP | GP Australia 2022, Qualifiche: Jorge Martín ottiene la pole a Phillip Island per 0”013 su Márquez

di Alyoska Costantino @AlyxF1
15 Ottobre 2022 - 06:21

Prosegue il dominio Ducati nelle qualifiche anche a Phillip Island, Bagnaia completa la prima fila. Aleix Espargaró e Quartararo in seconda fila, Bastianini 13°.


C’era attesa per sapere chi avrebbe conquistato la pole del primo GP Australia dopo tre anni e, alla fine, la gara 2022 della MotoGP comincerà con Jorge Martín a partire dalla pole. L’attitudine da specialista del giro secco del pilota Ducati Prima Pramac è riemersa in una Q2 di Phillip Island tiratissima, conclusa da lui col tempo di 1:27.767. 

Appena 0”013 gli hanno permesso di stare in pole su un coriaceo Marc Márquez, che ha dovuto fare affidamento su ogni asso della propria manica per raggiungere la prima fila, compreso sfruttare Francesco Bagnaia come traino per tutto il turno. Il torinese, terzo, si consola con la prima fila, davanti ai rivali per il titolo Aleix Espargaró e Fabio Quartararo. 

Solo 15° Enea Bastianini, rimasto bloccato al Q1 a causa della cancellazione di un giro ed anche di un rallentamento causato da Miguel Oliveira; il fatto è già stato messo sotto investigazione. 

LA CRONACA – Q1

Tra i grandi favoriti per il passaggio in Q2 spiccano Johann Zarco ed Enea Bastianini, ma a prendere inizialmente il comando sono gli spagnoli Joan Mir e Pol Espargaró; solo al secondo tentativo Bastianini riesce a piazzarsi al comando, mentre Zarco ne deve effettuare un terzo. 

Il copione si ripete nel secondo run, con stavolta “Polyccio” più veloce del suzukista ed in grado di prendere il comando. Zarco compie il suo giro e mette in cassaforte il passaggio in Q2, ma alle sue spalle Álex Rins ha preso il riferimento piazzandosi secondo. Solo Bastianini può stravolgere la classifica, ma il riminese viene rallentato nel giro buono da Miguel Oliveira, all’altezza delle Lukey Heights. Sul traguardo la “Bestia” chiude terzo a 0”038 da Rins, tempo che gli verrà poi cancellato per la presenza delle bandiere gialle al T2; nel frattempo, Oliveira viene messo sotto investigazione dalla direzione gara. 

Q2 

Il primo ad uscire dai box nel turno decisivo è Bagnaia, inseguito da Marc Márquez e Luca Marini. Per quasi due giri interi il “Cabroncito” segue come un’ombra il pilota Ducati, ma nel giro migliore Marc, alla 10, rischia di perdere l’anteriore ed è costretto ad un salvataggio della moto in extremis, mentre Pecco vola al comando in 1:28.0. Veloci anche Martín e Quartararo, in prima fila col torinese. 

Nel secondo run la scena si ripete e Bagnaia viene seguito da addirittura quattro-cinque piloti, capitanati da Márquez e Rins. Il secondo passaggio, come in precedenza, è quello buono per Bagnaia, ma stavolta Márquez non commette sbavature e gli si piazza davanti nella classifica. 

Tuttavia, non è sufficiente a prendere la pole: il miglior giro lo compie Jorge Martín, siglando anche il nuovo giro record in 1:27.767 a nove anni di distanza da Jorge Lorenzo. Márquez conclude a 0”013 da “Martinator”, poi Bagnaia, Aleix Espargaró (che ha perso il posteriore in uscita dalla 12 nel suo giro buono), Quartararo (deluso dopo la sessione), Zarco, Marini, Miller, Bezzecchi, Rins, Álex Márquez ed un deludente Maverick Viñales. 

Questi i risultati di Q1 e Q2 MotoGP, poi la griglia di partenza. 

Fonte immagine: pramacracing.com