MotoGP | GP Aragón: Marc Márquez conquista la pole position

MOTOGP
GP Aragón: Marc Márquez conquista la pole position

Il Motorland porta bene allo spagnolo, Quartararo secondo a tre decimi. Vinales terzo, Rossi sesto di 21 Settembre 2019, 15:35

Nel Gran Premio di Aragón di domani per la classe MotoGP, davanti a tutti scatterà Marc Márquez su Honda, autore della sua settima pole position su questa pista considerando le tre classi in cui ha corso e all’89a della sua carriera. Al contrario di quanto successo a Misano, stavolta il campione del mondo ha sì sfruttato la scia di un avversario (in questo caso Maverick Viñales), ma senza perdersi in reciproci rallentamenti che avrebbero potuto compromettere la sessione di entrambi. Anche se, a giudicare quanto è successo nelle qualifiche di oggi, il margine finale forse poteva essere anche superiore.

Chi è stato vicino a compiere un vero miracolo è Fabio Quartararo, staccato di 327 millesimi dal tempo del #93: durante il suo ultimo giro, Quartararo è stato in vantaggio nei primi tre settori della pista per poi essere penalizzato solo dalla differenza di motore nel quarto. Ha beffato Maverick Viñales, che partirà terzo, mentre Valentino Rossi sulla seconda Yamaha scatterà dal lato sporco della seconda fila, dalla sesta casella. Delusioni della giornata le Ducati (nonostante il quarto tempo di un ottimo Miller), con Dovizioso decimo a 1.6 secondi e Petrucci addirittura 15° nel Q1, e anche Álex Rins, beffato da Iannone durante la prima sessione.

LA CRONACA

Rins durante la Q1 è tra i favoriti d’obbligo e infatti, al termine del primo run, è primo con un decimo di vantaggio su Morbidelli, nonostante l’uso delle gomme dure. Il team Suzuki decide di non fargli usare le Soft per conservarle in vista del Q2, ma la scelta si rivela suicida: Morbidelli e Iannone sono in pista insieme con Bagnaia alle loro spalle, e sono decisamente più veloci con gomme più adatte. Sono loro a ottenere i primi due posti, con Rins che manca la Q2 per un decimo. Qualifica disastrosa di Petrucci, 15°, mentre Lorenzo è solo 20°.

La situazione del team ufficiale Ducati non migliora con Dovizioso nella Q2, anche se Jack Miller con la terza GP19 si piazza in prima fila per buona parte del turno. Da subito Márquez cala il carico da undici e segna un 1:47.0 che distanzia di sei decimi tutti quanti, con Viñales secondo. Nel secondo run il gruppetto di riferimento è quello formato da “Top Gun”, Márquez e Aleix Espargaró su Aprilia, con lo yamahista che non migliora e lo spagnolo della Casa di Noale che è addirittura quarto in classifica. Tocca poi a Quartararo spingere e il francese sbalordisce tutti, rimanendo in linea coi tempi di “MM93” fino al T3. Il T4, nonostante la scia di Espargaró sul rettilineo, non gli permette di colmare il gap con la Honda, e si classifica secondo a tre decimi.

Dopo il terzetto Miller-Espargaró-Rossi in seconda fila, troviamo Crutchlow, Morbidelli e Mir in terza fila, mentre la prima Ducati del team ufficiale è decima con Dovizioso, mentre l’ex-compagno Iannone è al suo fianco. Pol Espargaró, a causa della frattura al polso, non ha potuto segnare tempi ma soprattutto non potrà partecipare domani, lasciando così l’ultimo posto in quarta fila alla Suzuki di Rins.

Qui i risultati delle qualifiche e la griglia della gara di domani, che scatterà alle 13:00.

Fonte immagine: hondaracingcorporation.com


Condividi