MotoGP | Ducati conferma la sua presenza fino al 2026

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La Ducati è ufficialmente il secondo costruttore a confermare la sua presenza nel motomondiale per i prossimi 5 anni

Il futuro della MotoGP vedrà ancora la Ducati presente in griglia. La casa di Borgo Panigale e la Dorna hanno annunciato oggi l’estensione dell’accordo che vedrà la Ducati presente nella Top Class fino al 2026.

La Ducati è il secondo costruttore a rinnovare questo accordo, dopo che anche la KTM aveva confermato la sua partecipazione alla MotoGP per i prossimi cinque anni.

Dall’esordio avvenuto nel 2003, la Ducati è sempre stata una delle protagoniste principali della MotoGP, con il titolo piloti conquistato da Casey Stoner e il titolo costruttori del 2007 come ciliegina sulla torta nella loro avventura. Nel 2020 la Ducati ha conquistato il titolo costruttori e per il 2021 ha attuato una vera e propria rivoluzione tra i propri piloti, con Jack Miller e Francesco Bagnaia promossi nel team ufficiale, Johann Zarco e Jorge Martin nel team satellite Pramac, ed il Campione del mondo Moto2 Enea Bastianini con Luca Marini con il team Esponsorama.

Claudio Domenicali, CEO di Ducati Moto Holding, ha dichiarato: “Le corse sono sempre state una parte davvero fondamentale del marchio Ducati e lo rimarranno in futuro. Rappresenta infatti non solo un modo per alimentare la passione e il tifo dei Ducatisti di tutto il mondo, ma anche un laboratorio di ricerca avanzato dove vengono testati i materiali più sofisticati e le metodologie progettuali più innovative. È anche il campo di allenamento dove crescono i nostri giovani ingegneri per fornire ai nostri clienti moto all’avanguardia in termini di tecnologia ed emotività di utilizzo, come la Superleggera V4 e Multistrada V4 hanno recentemente dimostrato. In entrambi i casi, anche se con declinazioni molto diverse, l’esperienza maturata in MotoGP è stata fondamentale. Questo rinnovato accordo conferma che, mentre intendiamo continuare ad ampliare la nostra gamma di prodotti al di fuori del mondo delle moto sportive, la pista e le moto ad alte prestazioni rimangono un elemento centrale per Ducati. Ringrazio Dorna Sports e, in particolare, Carmelo Ezpeleta per l’ottimo lavoro svolto negli anni che ha reso la MotoGP una piattaforma multimediale davvero straordinaria”.

Alle sue parole si aggiungono quelle di Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna: “Dorna Sports è orgogliosa della continuazione della partnership con Ducati e ringrazia la fabbrica per la sua fedeltà alla serie. Siamo stati onorati di accompagnare l’iconico produttore italiano nel raggiungimento delle pietre miliari del passato e siamo entusiasti di condividere questo nuovo episodio della sua storia con due giovani stelle brillanti come Jack Miller e “Pecco” Bagnaia. Il loro potenziale e il loro talento saranno sicuramente uno dei punti di forza del Campionato Mondiale FIM MotoGP 2021 che stiamo per iniziare”.

Questo il commento di Gigi Dall’Igna, General Manager di Ducati Corse: “Siamo felici di poter confermare la nostra partecipazione alla MotoGP fino alla fine del 2026. Negli ultimi anni la Desmosedici GP ha dimostrato di essere una delle moto più competitive in griglia, e il titolo costruttori 2020 ne è un’ulteriore prova. Anche se il regolamento di quest’anno non consentirà sviluppi tecnici significativi, affronteremo la stagione 2021 con la stessa passione e dedizione. L’obiettivo è lottare per il titolo MotoGP con i nostri nuovi piloti e preparare le basi per il nostro futuro impegno nel campionato”.

Immagine: Twitter / Ducati Corse

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

ALTRI DALL'AUTORE