MotoE | Nel 2022 scadrà il contratto tra Energica e Dorna

Dopo quattro anni di collaborazione, il marchio italiano terminerà il proprio percorso come fornitore unico in MotoE.


La prima era della categoria MotoE, nata nel 2019, terminerà a fine 2022 con l’addio del marchio Energica e delle Ego Corsa che attualmente compongono la totalità dello schieramento della classe 100% elettrica. Il comunicato rilasciato su MotoGP.com lascia pochi dubbi in merito, enunciando la partenza della Casa modenese e la fine della partnership con Dorna Sports.

Questi tre anni hanno permesso alla coppa del mondo di avere delle fondamenta piuttosto solide, attraendo piloti da diversi campionati, giovani leoni pronti al debutto nel Motomondiale ed anche vecchi protagonisti pieni d’esperienza e con tanta voglia di una nuova sfida.

Alla fine della stagione 2021, grazie anche al finale spettacolare ed in parte controverso che ha premiato Jordi Torres per il secondo anno consecutivo, la MotoE è finita sulla bocca di tutti ed ha avuto il riconoscimento che merita.

Le Ego Corsa, destinate a sparire dalla griglia, hanno sì dato un buon punto di partenza per i primi anni della categoria essendo moto estremamente piacevoli da guidare secondo i piloti, ma hanno avuto evidenti difetti di gioventù, come testimoniato dalle esplosioni delle batterie di alcune moto nel corso del 2019. Fortunatamente, nel giro di due anni, questi difetti sono stati risolti.

Livia Cevolini, amministratrice delegata della Energica Motor Company, ha dichiarato: “Ad Energica siamo estremamente felici di aver fornito il nostro prezioso contributo per rendere la MotoE il successo che è oggi. Siamo sicuri che la nostra iniziativa e i nostri sforzi abbiano generato un grande interesse da parte dei grandi OEM a seguire il percorso che abbiamo iniziato una decina di anni fa. Essendo pionieri della mobilità elettrica su due ruote, abbiamo aperto la strada ad un intero nuovo concetto di gare motociclistiche sostenibili ed emozionanti e – come abbiamo sempre fatto – punteremo a metterci alla prova con nuove sfide. Ecco perché non vediamo l’ora che arrivi il prossimo grande evento! Vorremmo ringraziare Dorna Sports per la grande opportunità di mostrare la nostra tecnologia e non vediamo l’ora di concludere il nostro viaggio insieme con stile”.

Nicolas Goubert, direttore esecutivo del coppa del mondo MotoE, ha a sua volta sottolineato: “Le prime tre stagioni della coppa del mondo MotoE hanno offerto uno spettacolo incredibile nonostante tutte le sfide esterne impreviste che ci sono state lanciate. Non è stato un compito facile da intraprendere essendo stato una novità sotto molti aspetti, ma ce l’abbiamo fatta e questo grazie a uno sforzo congiunto tra tutte le parti coinvolte. Fin dall’inizio Energica ha portato il suo know-how in pista in un modo di cui non potremmo esserne più felici, consegnando un pacchetto che ha dimostrato di essere estremamente competitivo, mostrando una velocità massima impressionante (superando i 260 km/h a Barcellona nel 2021), e tempi sul giro che in alcune occasioni erano in linea con altre classi – nonostante la storia molto più breve delle moto elettriche”.

“Forse ancora più impressionante delle prestazioni in pista, è stata l’affidabilità della moto, dato che nessuno dei 18 piloti ha mai incontrato alcun guasto meccanico durante nessuna delle gare che abbiamo goduto nelle tre stagioni. La loro capacità di rispondere rapidamente ed efficacemente alle nostre richieste e quelle provenienti dai piloti e dai team sono la prova di tutta la competenza e la passione che hanno portato alla serie. Tutte le parti sono impegnate a continuare a dare il massimo sforzo nel 2022, per quello che sarà un altro anno spettacolare di gare. Vorrei davvero ringraziare Energica per la qualità dei loro prodotti innovativi e il loro impegno nella serie MotoE”.

La situazione per il 2023 in avanti è, a questo punto, ignota. Sarà interessante capire se qualche altro marchio del settore 100% elettrico succederà ad Energica per avere l’esclusiva nella categoria, o se, come succede in Formula E, avverrà un confronto diretto tra le Case in pista, opzione che permetterebbe alla coppa del mondo di fare un notevole salto di qualità sia in termini d’interesse di piloti e team che d’attenzione mediatica, nonché a livello puramente competitivo.

Fonte immagine: motogp.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS