MotoE | GP San Marino: terza vittoria consecutiva a Misano per Matteo Ferrari

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Il riminese vince nonostante la penalità al sabato e ritorna nella lotta iridata. Aegerter terzo dietro Siméon, Granado solo decimo. Casadei conclude quinto.


La prima gara della giornata di Misano per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini era quella riservata alla MotoE e a vincerla è stato Matteo Ferrari per il team Gresini. Dopo la pole ottenuta con ampio margine ma revocatagli per la penalizzazione ricevuta a Jerez, il campione in carica si è subito portato nelle posizioni da podio, per poi passare in testa sul connazionale Casadei e imporre il suo ritmo fino al traguardo, con un arrivo “in volata” su Siméon e Aegerter.

Lo svizzero, con questo terzo posto, può comunque dirsi soddisfatto del podio ottenuto, che gli permette di limitare i danni e mantenere la testa della classifica. Gara alla fine deludente per Casadei, che nonostante la pole position ha perso due posizioni all’ultimo giro, scivolando al quinto posto. Addirittura decimo Eri Granado, che ha rimontato otto posizioni dal via.

LA CRONACA

Tempo soleggiato su Misano e zero possibilità di pioggia per questo fine settimana. La gara della categoria elettrica durerà sette giri.

Alla partenza Casadei scatta bene e mantiene la testa della corsa nelle prime curve, seguito da vicino da Siméon e Torres. Matteo Ferrari rimane leggermente intruppato in curva 2 ma riesce a conservare il quarto posto, al contrario di Aegerter che, alla Rio, va lungo e perde la quinta piazza a favore di Mike Di Meglio. Nelle retrovie Josh Hook arriva largo alla Quercia e finisce nella sabbia, rientrando staccatissimo dal resto del gruppo.

In testa, Siméon si fa molto sotto all’italiano di SIC58 ma non riesce a trovare lo spiraglio, nonostante un tentativo nel cambio di direzione della prima variante. Alle sue spalle Ferrari invece passa Torres e, al terzo giro, si fa sotto sul belga affondando l’attacco alla Quercia; nello stesso giro è Aegerter, tornato quinto, prova a impensierire Torres, ma dopo un attacco alla quercia l’ex-pilota SBK si rifà nella piega a sinistra successiva.

Il campione in carica è il più veloce in pista in questo momento e, in uscita dal Tramonto, affianca e sorpassa Casadei sul rettilineo verso il curvone. Il #27 sembra essere in difficoltà e pare fare anche da tappo agli altri, con Siméon che alla 2 lo sorpassa ritornando alla rincorsa di Ferrari. Continua anche la sfida tra Aegerter e Torres, con il primo che finalmente riesce a bucare l’avversario alla Quercia.

All’inizio dell’ultimo giro Ferrari ha quattro decimi di margine su Siméon, mentre Casadei, terzo, è più staccato. Il pilota Gresini spinge forte e dopo un’ottima uscita al curvone (forse anche un po’ troppo larga e oltre al cordolo), mantiene il vantaggio sufficiente per impedire a Siméon un tentativo di sorpasso. Casadei invece non riesce a chiudere la porta all’elvetico, che lo passa al Carro aprendo lo spiraglio pure per Torres.

Vince quindi Matteo Ferrari, con Siméon a due decimi e Dominique Aegerter a tre. I primi sei sono racchiusi in sette decimi, mentre Alessandro Zarcone è il terzo italiano in settima posizione, con oltre quattro secondi di ritardo. Il pilota di casa Alex De Angelis termina ottavo, davanti a Tommaso Marcon ed Eric Granado, che con questo pessimo risultato perde diverse posizioni nella generale.

A proposito di questa, Ferrari torna in piena corsa all’iride riottenendo la seconda posizione, a 12 punti da Aegerter (57 a 42). Granado ne perde invece ben tre e si trova ora sesto con 23 punti di ritardo, venendo scavalcato anche da Mattia Casadei (quarto con 38 punti) e da Xavier Siméon (quinto a 35).

Ecco i risultati della gara della MotoE e la classifica aggiornata.

Fonte immagine: Twitter / Matteo Ferrari

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoE | GP San Marino: terza vittoria consecutiva a Misano per Matteo Ferrari 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE