MotoE | GP Italia 2024, Gara 2: Kevin Zannoni mette a segno un’altra vittoria davanti alla coppia LCR

MotoE | GP Italia 2024, Gara 2: Kevin Zannoni mette a segno un’altra vittoria davanti alla coppia LCR

MotoE
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
1 Giugno 2024 - 16:52
Home  »  MotoEMotomondiale

Zannoni batte alla grande Casadei ed allunga di qualche punto in campionato, Granado terzo. Gara difficile per Spinelli (nono).


E’ alquanto curioso disputare una Gara 2 di MotoE prima del completo svolgimento di Gara 1, ma a Kevin Zannoni questa cosa probabilmente interessa poco nel momento in cui giunge primo sul traguardo. Il pilota del team Aspar si è aggiudicato la sua terza vittoria consecutiva, proseguendo così la striscia di successi che, da Barcellona, non accenna a fermarsi.

Per vincere la prima (o meglio, la seconda) manche del GP Italia 2024 Zannoni ha dovuto sgomitare non poco, specie contro il riferimento assoluto della MotoE Mattia Casadei. Il #40 sembrava avere la situazione sotto controllo nella sfida con l’ex-iridato italiano nel CIV Moto3, ma così non è stato. Terzo posto per il suo compagno in LCR Eric Granado.

Per i due, comunque, si tratta di un risultato assolutamente positivo in ottica iridata, specie considerando le debacle di Nicholas Spinelli ed Óscar Gutiérrez. L’abruzzese è sembrato della partita fino ad una caduta rischiata alla curva 4 che l’ha estromesso dalla lotta per la vittoria e da cui poi Nicholas non si è più ripreso, mentre lo spagnolo è stato riportato alla dura realtà ed ha chiuso al decimo posto, proprio alle spalle del #29.

LA CRONACA

Alla partenza Zannoni compie un grande scatto e mantiene il comando seguito da Mattia Casadei, il quale si mette all’esterno della San Donato e, come all’inizio di Gara 1, riesce a superare diversi piloti e a salire al secondo posto. Héctor Garzó, invece, si ritrova stretto tra i due italiani ed il poleman Zaccone, finendo così in quinta posizione.

Kevin conclude il primo giro in testa e resiste all’attacco di Casadei anche all’inizio del secondo, ma al terzo passaggio Mattia si mette al comando dopo lo scollino antecedente alla San Donato. Anche il suo compagno Eric Granado va all’attacco, superando Zaccone per il podio virtuale.

Anche Spinelli, sulla seconda Ducati Tech3 Motul, passando Alessandro al Correntaio, facendo poi il bis nell’attacco su Granado al cambio di direzione della Luco-Poggio Secco. Il ritmo del #29, unita alla bagarre tra i primi due, permette a Spinelli di agganciare la coppia di testa, ma all’ingresso della Materassi il pilota di Atri perde il davanti e salva la caduta per miracolo.

Nel frattempo Zannoni è tornato in testa e, a tre giri dalla fine, tenta un leggero forcing a cui però Casadei risponde prontamente, al contrario di Granado che, passato Spinelli approfittando del suo errore, ora è terzo e seguito dalla sorpresa Massimo Roccoli, pilota della Squadra Corse SIC58. Spinelli invece arranca e viene passato sia dal compagno Zaccone che dalla coppia Garzó-Mantovani in fondo al dritto.

Inizia il settimo ed ultimo giro con Casadei nella scia di Zannoni: il campione del mondo attacca Kevin alla 1 ma finisce leggermente largo e deve quindi cercare un nuovo punto per tentare il sorpasso, punto che non si palesa. Granado intanto, è in lotta furiosa con Roccoli e i due hanno permesso anche a Zaccone e agli altri di avvicinarsi.

Kevin Zannoni vince per la terza volta consecutiva con Casadei secondo, poi Granado che batte in volata Roccoli per 0″011. Mantovani è quinto, seguito da Zaccone, Ferrari, Garzó (autore di un errore all’ultimo giro), Spinelli e Gutiérrez.

Nella classifica piloti il #21, con 113 punti, ha ora sei lunghezze di vantaggio sul campione in carica, mentre Gutiérrez ne paga 21 di ritardo dal leader della classifica. Comincia a diventare pesante il distacco di Spinelli, a -31 dal pilota Aspar.

Qui i risultati di Gara 2 e la situazione del campionato piloti.

Fonte immagine: teamaspar.com

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live