MotoE | GP Italia 2022, Gara 2: Matteo Ferrari torna a vincere al Mugello

Il pilota Gresini rilancia le proprie quotazioni in campionato con un successo convincente. Gran recupero di Aegerter all’ultimo giro, secondo davanti ad Alcoba.


La seconda gara della MotoE, nonché l’ultima di questo GP Italia 2022, ha sorriso agli italiani tanto quanto abbia fatto la MotoGP conclusa pochi minuti prima. Matteo Ferrari è tornato al successo conquistando la prima vittoria del 2022, spezzando un incantesimo nella categoria elettrica che l’ha sempre visto primeggiare nella sola Misano Adriatico. Invece, anche fuori dal Santa Monica il #11 ha dimostrato di poter lottare per i 25 punti.

Alla fine del weekend, il punteggio tra lui e Dominique Aegerter rimane in pari. Dopo la vittoria di ieri, lo svizzero ha conquistato un altro prezioso secondo posto nella seconda manche, recuperando in extremis nelle ultime tornate dopo alcune difficoltà nei primi giri.

Curioso come il #77 abbia ottenuto la piazza d’onore nei confronti di Marc Alcoba, terzo: i due sono giunti perfettamente appaiati sul traguardo e alla fine Aegerter è stato classificato davanti allo spagnolo per aver compiuto un giro più veloce durante il Gran Premio. Il #70 si può comunque dire soddisfatto del primo podio in MotoE.

LA CRONACA

Rispetto a ieri, questa volta la gara viene mantenuta di sei giri. Alla partenza Kevin Zannoni scatta molto bene ed Aegerter gli si mette in scia, con Casadei momentaneamente terzo. All’uscita della San Donato, però, il pilota del team Pons perde il posteriore e conclude immediatamente la sua gara, segnando un altro zero nella generale. Sul finire del primo giro cade anche Okubo alle Biondetti.

Zannoni mantiene il comando per tutto il primo giro e resiste anche dal ritorno dei vari avversari, mentre Aegerter subisce l’effetto scia e viene passato da ben quattro piloti. A mettere ulteriormente in difficoltà l’elvetico è Granado, che lo supera alla Materassi-Borgo San Lorenzo relegandolo al settimo posto.

Il confronto tra Granado ed Aegerter prosegue anche nei due giri successivi, con Granado che risponde all’avversario alla prima esse per tornare sesto. Davanti a loro stanno andando bene Marc Alcoba e Niccolò Canepa, anche se in testa alla corsa c’è ancora Zannoni.

A tre giri dalla fine è Ferrari a strappare la leadership al pilota SIC58, prendendo un po’ di margine grazie alla lotta serrata alle sue spalle. Miquel Pons è intanto risalito al terzo posto, alle spalle dei due italiani.

Ferrari inizia l’ultimo giro con mezzo secondo di vantaggio, mentre Granado ed Aegerter rimangono intruppati alle spalle di Zannoni quando questi rischia un contatto con Alcoba alla Bucine. Il #77 può però superare ben tre piloti di scia e si ritrova quarto, con i due piloti WithU, Canepa e Mantovani, a coprirgli le spalle rispetto a Granado.

Il mezzo secondo di vantaggio è sufficiente a Matteo Ferrari per conquistare Gara 2 del Mugello e la prima vittoria stagionale, precedendo un arrivo in volata tra Alcoba, Aegerter e Pons. I primi due arrivano perfettamente appaiati sul traguardo ed il secondo posto viene assegnato sulla base del giro veloce, che favorisce Aegerter.

Quinto e sesto posto per Canepa e Mantovani, con Granado solo settimo. Nella classifica piloti questo risultato svantaggia enormemente il brasiliano, ora a -28 punti da Aegerter (a quota 123) nonostante la doppietta perentoria di Jerez. Il #51 si dovrà anche guardare da Ferrari, a sole due lunghezze da lui.

Qui i risultati di Gara 2 del Mugello e la classifica piloti MotoE.

Fonte immagine: gresiniracing.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS