MotoE | GP Italia 2022, Gara 1: capolavoro alla San Donato di Dominique Aegerter, vince al Mugello

Il vicecampione del mondo compie un sorpasso su quattro piloti alla San Donato e vince davanti a Ferrari e Mantovani. Granado e Casadei perdono punti da Aegerter.


Che sia in Supersport o in MotoE, Dominique Aegerter attualmente è uno schiacciasassi nelle categorie che frequenta. Il leader della classifica iridata ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionale dopo quella di Le Mans in questa Gara 1 del GP Italia ed ha ulteriormente allungato nella classifica generale.

La manovra che è valsa la vittoria all’elvetico è avvenuta alla San Donato all’inizio dell’ultimo giro, col pilota Dynavolt capace di sopravanzare quattro piloti in una sola staccata. Tra questi i due italiani giunti a podio, Matteo Ferrari e Andrea Mantovani, bravi ad emergere dalla battaglia e a finire in scia ad Aegerter, mentre Eric Granado è giunto quarto e ha perso altri 12 punti dal rivale in campionato. Quinto Mattia Casadei.

LA CRONACA

Prima della partenza, la direzione gara decide di accorciare Gara 1 a cinque giri per via dei tanti ritardi subiti dalla giornata per via della pioggia. Al via ci sono solo diciassette piloti, con l’esclusione di Cardelús.

Alla partenza Aegerter e Casadei non scattano benissimo, ritrovandosi in curva 1 rispettivamente in terza e settima posizione, mentre Zannoni e Ferrari partono al meglio e guidano le prime curve del Mugello. Niccolò Canepa sia accodano ai due connazionali superando Aegerter alla Materassi.

Sempre nel corso del primo giro, il primo campione della categoria supera Zannoni alla Arrabbiata 2, prendendo la testa della gara. Il gruppo di testa rimane comunque molto compatto e questo porta anche a dei contatti, con Canepa centrato da Granado alla discesa della Scarperia-Palagio (con tanto di parafango che vola dalla moto del brasiliano).

All’inizio del secondo giro Aegerter torna in testa superando Ferrari alla San Donato, portandosi dietro anche il rivale Granado. I due capiclassifica sembrerebbero avere il ritmo migliore, ma la loro lotta (con Eric che torna in testa alla Luco-Poggio Secco) permette agli italiani di tornare in gioco, con Canepa che compie un bel sorpasso all’esterno di Ferrari per la terza posizione prima di essere risuperato sul rettilineo.

Il recupero riesce e nella mischia s’inseriscono anche Alcoba e Mantovani, mentre Canepa e Zannoni perdono posizioni. Al penultimo giro Aegerter rischia eccessivamente in piena velocità entrando in contatto col posteriore del #70 e subisce pure qualche danno, ma dopo aver raddrizzato la propria manopola del gas continua la gara come se nulla fosse.

Lo svizzero, dopo aver subito pure il sorpasso su Mantovani alla Bucine, inizia l’ultimo giro in quinta posizione, ma all’ingresso della San Donato compie un autentico miracolo alla frenata. Da quinto il campione della Supersport passa primo ed il suo ultimo giro è da record, permettendogli di seminare Ferrari quel tanto che basta per poter vincere la sua seconda gara stagionale. Granado, invece, compie un piccolo errore in uscita dalla Bucine e Mantovani, di scia, riesce a batterlo in volata.

Casadei chiude quinto in una gara in cui non è stato grande protagonista, mentre Alcoba è sesto davanti a Canepa, Pons, Zannoni e Garzó.

Nella generale Aegerter ha ora 103 punti ed un vantaggio di 20 su Granado, mentre Casadei perde ulteriore terreno ed ora a -31 dal pilota Intact GP. Ferrari, in compenso, guadagna terreno sul connazionale di Pons Racing ed è ora a soli quattro punti da lui.

Qui i risultati della prima gara del GP Italia e la classifica piloti MotoE.

Fonte immagine: intactgp.de

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS