MotoE | GP Francia: termina il digiuno di Tuuli in gara-2, Jordi Torres vince il titolo 2020

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Lo spagnolo gestisce alla perfezione e, con un sesto posto, si laurea campione. Tuuli torna a vincere dalla prima gara MotoE dello scorso anno, battendo l’idolo di casa Mike Di Meglio.


Il primo dei quattro titoli iridati del Motomondiale è stato assegnato quest’oggi. A vincere gara-2 del Gran Premio di Francia classe MotoE è stato Niki Tuuli per il team Ajo, ma a ottenere la sua prima Coppa del Mondo della categoria è stato Jordi Torres. Lo spagnolo, dopo la vittoria di ieri pomeriggio e il grande vantaggio di punti a disposizione, ha semplicemente gestito con cura il proprio vantaggio senza mai esagerare (nonostante qualche spavento presosi alla partenza), battendo i rivali Aegerter e Ferrari arrivatigli davanti. Un grandioso risultato, e fa specie se consideriamo che, a inizio 2020, la MotoE sarebbe dovuta essere un riempitivo per Torres, da affiancare alla partecipazione nel mondiale SBK.

Mentre Torres è giunto sesto, il podio dell’ultima gara è stato completato da Mike Di Meglio e Josh Hook. Il compagno di squadra di quest’ultimo Alex De Angelis, conclude mestamente la sua carriera, con un 14° posto finale nella sua ultima gara.

LA CRONACA

Torna a risplendere il sole sopra Le Mans e i commissari di gara decidono di far disputare la gara come asciutta, perciò senza possibilità di cambio gomme o flag-to-flag. La griglia di partenza usata è presa dai risultati di gara-1 del giorno prima.

Alla partenza Torres non scatta molto bene e decide quindi di essere conservativo fin da subito, lasciando a Di Meglio e Tuuli l’onere di lottare per la prima posizione. Il leader della classifica stacca anche molto presto per evitare qualsiasi rischio, ma proprio per questa azione rischia di finire la gara anzitempo: alla staccata della Dunlop Chicane Granado arriva troppo lungo e centra poi la moto #40, che però riesce a continuare la propria corsa senza danni. Si registrano altre due cadute al primo giro, quella di Medina sempre alla chicane e quella di Marcon a Le Musée.

Davanti a Torres si è già piazzato Aegerter, il quale però dovrebbe cercare di guadagnare ancora più posizioni. Davanti, il terzetto Di Meglio-Hook-Tuuli comanda con discreto margine, mentre dalle retrovie e dal lungo alla 2 sta risalendo anche Matteo Ferrari, in sesta posizione.

Ben presto il campione in carica sorpasserà “l’Elvis spagnolo”, ma non è comunque sufficiente perché cambi la situazione in chiave iridata. Intanto la lotta davanti prosegue, e Tuuli torna a mostrare il suo smalto superando Di Meglio alla prima esse. Nell’ultimo giro, con Hook staccato, i due possono lottare liberamente per la prima posizione, ma in nessuna delle curve del Bugatti Circuit il pilota di casa riuscirà a bucare Tuuli, che va così a vincere la sua seconda gara in carriera, dopo aver vinto la prima gara di questa categoria al Sachsenring nel 2019.

La vera festa è però per Jordi Torres: col suo sesto posto, lo spagnolo vince la seconda Coppa del Mondo MotoE con 17 punti di vantaggio su Matteo Ferrari e Dominique Aegerter, fermi a pari punti a quota 97. Di Meglio, grazie ai due secondi posti nel GP di Francia, ottiene il quarto posto nel mondiale scavalcando Marcon, e lo stesso fa Tuuli nel superare Eric Granado per la sesta piazza, concludendo a pari punti con il brasiliano ma con un podio in più.

Si conclude così questa seconda stagione della MotoE, una categoria che, pur ancora non convincendo sul livello dei piloti, ha comunque dimostrato di poter regalare sia gare emozionanti che una serie piena di colpi di scena e incerta fino alla fine. Nella speranza che questa categoria trovi la quadra totale al più presto, l’appuntamento è rinviato al 2021 per la terza Coppa del Mondo 100% elettrica.

Qui i risultati di gara-2 e la classifica finale.

Fonte immagine: motogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

MotoE | GP Francia: termina il digiuno di Tuuli in gara-2, Jordi Torres vince il titolo 2020 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE