MotoE | GP Francia 2022, Gara 2: Dominique Aegerter vince per la prima volta quest’anno

All’ultimo giro Aegerter supera Casadei e si prende gara e testa del mondiale. Terzetto tricolore alle sue spalle, Canepa terzo davanti a Zannoni.


A concludere questo GP Francia 2022 colmo di emozioni ci ha pensato la MotoE con la Gara 2, mettendo il giusto punto esclamativo ad un weekend di corse molto godibile. A vincere la seconda manche di Le Mans è stato Dominique Aegerter, che ha negato la doppietta al nostro Mattia Casadei battendolo all’ultimo giro.

Un’ulteriore soddisfazione per Aegerter è data dalla leadership di campionato conquistata, dato che Eric Granado è giunto solo quinto quest’oggi ed ha ora otto punti di ritardo dall’elvetico. A separare i due contendenti nella classifica finale di gara ci sono tre italiani: il già citato Casadei (bravo ad ottenere comunque 20 preziosi punti e a rimanere in scia ai due avversari in campionato), Niccolò Canepa (autore di una bella rimonta e del podio con cui può festeggiare degnamente il compleanno festeggiato ieri) e Kevin Zannoni (che mastica amaro per aver perso il podio anche quest’oggi nella volata contro il #7.

LA CRONACA

Sullo schieramento di Le Mans si piazzano solo diciassette moto, poiché Jordi Torres è costretto a dare forfait. L’incidente di ieri ha lasciato ben più di un segno sul pilota spagnolo, fratturatosi al perone di una gamba dopo l’investimento subito da Forés.

La gara parte e Casadei sfrutta al meglio la pole conquistata al venerdì, girando per primo con ampio margine alla prima chicane. Alle sue spalle si lotta per il secondo posto, con Zannoni che si difende da Aegerter e mantiene la posizione. Stavolta tutto il gruppo passa incolume dalla prima chicane.

Casadei allunga subito sul connazionale e termina il primo giro con circa 0”5 di vantaggio, mentre Okubo è terzo davanti ad Aegerter e Ferrari. Granado è invece solo ottavo ed in lotta con Canepa e Cardelús e questa situazione avvantaggia lo svizzero del team Intact GP, che supera Okubo alla prima chicane e sale virtualmente a podio.

Casadei porta il suo vantaggio a 1”, ma il più veloce in pista è il #77 che, sempre alla prima frenata, si libera anche di Zannoni e comincia l’inseguimento a Casadei. In due giri Aegerter azzera il proprio gap e comincia a studiare le traiettorie del pilota di Pons Racing, mentre Granado ha difficoltà a liberarsi di Cardelús nella lotta per la sesta posizione.

Il brasiliano alla fine prevale ed anche Matteo Ferrari viene superato con facilità, sia dal leader del campionato che da un Canepa molto veloce. La coppia Granado-Canepa punta e supera anche Okubo, con l’italiano che approfitta di una cattiva uscita dalla Chemin aux Bœufs del pilota Ajo per passare al quinto posto.

Quando anche Granado viene superato dal genovese, Zannoni in terza posizione può un attimo respirare, mentre i primi due sono oramai in solitaria a lottare per la vittoria. Casadei mantiene il comando fino all’inizio dell’ultimo giro, ma proprio all’ingresso della Dunlop Chicane Aegerter affonda l’attacco per passare in testa.

Nell’ultimo giro il campione della SSP mantiene il margine di sicurezza sufficiente per andare a vincere la propria prima gara dell’anno in MotoE, con Casadei secondo a pochi decimi. Canepa riesce a superare Zannoni in volata e ad ottenere il podio, con Granado quinto al traguardo. Chiudono la top ten Okubo, Ferrari, Garzó, Alcoba ed un Pons poco incisivo quest’oggi.

Aegerter agguanta così, per la prima volta quest’anno, la leadership in campionato con 78 punti ed un margine di otto su Granado, mentre Casadei è terzo a -17. Per il momento sembrerebbero loro tre i contendenti al titolo, con Matteo Ferrari quarto già a -30 punti e Jordi Torres addirittura a -58 dopo un weekend francese da dimenticare.

Questi i risultati di Gara 2 e la classifica piloti della MotoE dopo i primi due round.

Fonte immagine: intactgp.de

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS