MotoE | GP Emilia Romagna: Matteo Ferrari si rifà con gli interessi in gara-2, zero punti per Aegerter

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’italiano domina davanti a Casadei e Torres. Marcon stende il #77, che scende al secondo posto in campionato dietro a Ferrari.

Nella seconda gara del weekend per la MotoE, la prima di questa domenica, a vincere è stato Matteo Ferrari, al quarto successo su cinque appuntamenti disputati della categoria elettrica qui a Misano. Un successo importantissimo, sia per il morale del pilota Gresini dopo la bruciante sconfitta di ieri pomeriggio, sia in chiave campionato dove non si è limitato ad accorciare le distanze, ma ad addirittura balzare al comando.

A dargli una gran mano è stato Tommaso Marcon: il pilota di Cittadella è scattato molto bene all’inizio di gara-2 ma durante il secondo giro è andato troppo lungo nel cambio di direzione della Variante del Parco, centrando proprio l’ex-leader della classifica Dominique Aegerter. Lo svizzero ha poi cercato di riprendere la corsa, ma non è riuscito a ottenere nemmeno un punto e scendendo di ben due posizioni in campionato. A completare il podio ci han pensato Mattia Casadei e Jordi Torres (costui ora terzo nella generale).

LA CRONACA

Prima dell’inizio della gara, viene segnalato come Xavier Siméon partirà dalla pitlane: il team LCR non è riuscito a far uscire il belga dalla corsia box in tempo, e sarà perciò costretto ad abbandonare la sua piazzola in griglia.

Alla partenza Torres parte malissimo dalla pole position tanto da essere immediatamente sfilato sia da Aegerter che da Ferrari, nonché da altri tre piloti nel corso del primo giro. Marcon parte benissimo e si mette terzo alle spalle dei due contendenti per il mondiale, con Ferrari che non perde tempo e supera l’elvetico alla Quercia. Anche Torres cerca di recuperare subito, passando De Angelis al Tramonto.

Alla fine del primo giro Ferrari guida la corsa seguito da Aegerter, Marcon, Casadei e Torres, ma già alla Variante del Parco nel secondo giro avviene il colpo di scena: Casadei tenta l’attacco sul connazionale in curva 1, che in tutta risposta decide di accelerare in uscita per mantenere l’interno alla 2; Marcon è però troppo veloce e non riesce a fermare la moto, che si scontra con la gomma posteriore della Energica di Aegerter davanti. Entrambi cadono e Marcon abbandona la corsa, mentre Aegerter riesce a ripartire, seppur a fondo gruppo. Negli ultimi giri cadrà anche Josh Hook.

Con questa notizia, il campionato si ribalta con Ferrari saldamente al comando seguito dalla coppia Casadei-Torres. La lotta tra i due continuerà per tutto il resto della gara, con il pilota di Sito Pons apparentemente più veloce ma incapace di passare Casadei in staccata. Al penultimo passaggio Torres approfitta di un largo del #27 per passare finalmente davanti, ma già al Tramonto restituisce il favore, spalancando la porta al pilota SIC58 e andando anche largo.

Nell’ultimo giro, con Ferrari al sicuro da ogni attacco, Torres comincia a far fumare la ruota posteriore della sua moto, ma lo spagnolo anche al Carro non riesce a passare, con Casadei che conquista così la seconda posizione. Matteo Ferrari vince invece la sua quarta gara di MotoE in carriera (le ha conquistate tutte qui), mentre in top five troviamo ben quattro italiani con Niccolò Canepa quarto e Alessandro Zaccone quinto, che completa così la gran giornata del team Gresini.

Nella classifica piloti, come detto, Ferrari sorpassa Aegerter, giunto 16° oggi. Il #11 si porta a 86 punti, con quattro di vantaggio sul pilota Dynavolt e sette su Torres, che ha perso quattro punti potenzialmente fondamentali in ottica iridata. Quei punti li ha guadagnati Casadei, anche lui ora in lotta per il titolo a sole 15 lunghezze dal connazionale.

Qui i risultati di gara-2 e la classifica iridata piloti.

Fonte immagine: motogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoE | GP Emilia Romagna: Matteo Ferrari si rifà con gli interessi in gara-2, zero punti  per Aegerter 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE