MotoE | GP Emilia Romagna: Aegerter batte Ferrari in gara-1 e allunga in classifica

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Aegerter compie un ultimo giro da maestro e batte Ferrari e Torres; l’italiano penalizzato e retrocesso al terzo posto. Altro “zero” per Granado dopo il contatto con Siméon, entrambi fuori dalla lotta iridata ormai.


La prima manche della Coppa del Mondo MotoE 2020 qui al secondo appuntamento di Misano è stata vinta da Dominique Aegerter, al secondo successo nella serie dopo quello del GP di Andalusia a luglio. Lo svizzero è stato autore di un autentico capolavoro nell’ultimo giro con un doppio sorpasso nei confronti di Jordi Torres prima e Matteo Ferrari poi, che gli è valso il primo centro qui a Misano. Tra l’altro, per la prima volta nella breve storia della categoria, un pilota differente da Ferrari vince al Santamonica.

Quest’ultimo ha iniziato l’ultimo giro in prima posizione ma si è dovuto arrendere all’attacco finale dell’elvetico al Carro. E’ andata poi di male in peggio dopo la fine della gara, poiché il #11 è stato penalizzato per aver superato i limiti della pista all’uscita della Misano 2 all’ultimo giro, cedendo quindi la posizione al poleman Torres.

LA CRONACA

Alla partenza Ferrari scatta meglio di Torres e, senza perdere tempo, lo passa alla staccata della 1 prendendosi la prima posizione in questi primi passaggi. A centro gruppo si rischia l’incidente multiplo: Tulovic esce dalla Variante del Parco accelerando troppo presto e l’accelerazione del motore elettrico non perdona, sbalzando via il pilota Tech3. Fortunatamente tutti la evitano e la direzione gara non è costretta a esporre la bandiera rossa, mentre davanti Ferrari guida la corsa inseguito da Torres, Siméon e Aegerter. Mentre l’elvetico passa il belga al Carro, dietro si accodano anche Casadei e Granado. Alla fine del primo passaggio scivola anche Di Meglio, mentre Niki Tuuli rimedia due long lap penalty per aver anticipato la partenza.

Dopo essersi liberato di Siméon, Aegerter tenta anche di attaccare Torres, ma lo spagnolo reagisce risuperando l’avversario alla Quercia. La rincorsa di Granado è invece più ostica del previsto, con il brasiliano che ci mette un po’ prima di superare Casadei, proprio nel momento in cui Aegerter e Siméon tornano in lotta. A quattro tornate dalla fine il colpo di scena: Aegerter ha appena risuperato il #10 all’esterno della 3 e Granado tenta di approfittarne mettendosi all’interno della Rio, ma il #51 perde l’anteriore e porta con sé anche l’incolpevole pilota belga, costretto al ritiro.

Mentre scivola anche De Angelis al Carro, alla stessa curva Aegerter prova un nuovo tentativo su Torres, ma anche stavolta lo spagnolo resistendo e, dall’esterno, risorpassa l’avversario alla Misano 1. Passano altri due giri con i primi tre piloti estremamente ravvicinati e, all’inizio dell’ultimo passaggio, il #77 attacca e sorpassa “l’Elvis spagnolo” alla 1. Ferrari può prendere qualche metro grazie a questa battaglia, ma nella sezione più rapida della pista i due gli si rifanno sotto e l’italiano sceglie un ingresso troppo largo al Carro. Aegerter non si spreca l’occasione e passa davanti a due curve dalla fine, ma rischia di arrivare troppo largo in uscita dalla Misano 2; nonostante la miglior accelerazione di Ferrari e Torres, è il pilota Dynavolt a tagliare il traguardo per primo con 75 millesimi di margine su Ferrari. Torres è terzo, coi primi tre all’interno di soli 103 millesimi.

Durante il giro di rientro viene annunciato come Ferrari abbia perso la posizione da Torres per esser andato sull’asfalto verde in uscita da curva 15. Il campione guida quindi un plotone di quattro piloti italiani al traguardo, composto anche da Casadei, Marcon e Canepa. Alejandro Medina è settimo davanti a Josh Hook per il team Pramac, Xavi Cardelús per quello Avintia e Alessandro Zaccone sulla seconda moto di Gresini. Cinque i ritirati, tutti per cadute.

La classifica piloti si è ribaltata totalmente dall’inizio dell’ultimo giro alla fine. Aegerter gode ora di un vantaggio di 19 punti su Torres, primo inseguitore, e addirittura di 21 su Ferrari. Sembra siano solo loro i contendenti al titolo, poiché Casadei, quasi, è staccato di 31 punti, mentre Eric Granado, vincitore del primo round, tra sfortune ed errori madornali è fermo a quota 34, staccato di quasi 50. Lontano anche Siméon, con un solo punto di vantaggio sul brasiliano (35 a 34).

Ecco i risultati della prima manche di MotoE e la classifica iridata.

Fonte immagine: Twitter / Dominique Aegerter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoE | GP Emilia Romagna: Aegerter batte Ferrari in gara-1 e allunga in classifica 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE