Moto3 | Tutti in attesa per le condizioni di Dupasquier: investito solo dalla sua moto?

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ancora nessun bollettino ufficiale da parte dell’ospedale Careggi di Firenze

Bisognerà attendere probabilmente le prossime ore per avere un primo bollettino medico ufficiale sulle condizioni di Jason Dupasquier, il pilota svizzero del team PrüstelGP coinvolto nel terribile incidente occorso durante le qualifiche del GP d’Italia della Moto3.

Il 19enne, dopo l’incidente che ha coinvolto anche Sasaki ed Alcoba, è apparso sin da subito in gravi condizioni e, anziché essere portato al Centro Medico del circuito del Mugello, è stato prelevato in pista dall’elisoccorso e trasportato direttamente all’ospedale Careggi di Firenze per i primi esami.

Da quel momento in poi si sono susseguite una serie di voci contrastanti sulle sue condizioni di salute. Il responsabile medico della FIM, Giancarlo Di Filippo, ha parlato genericamente di “condizioni serie” in attesa di aggiornamenti da parte dell’ospedale.

Sky Italia ha riportato nel tardo pomeriggio la rinuncia, dopo i primi esami svolti, a procedere con un’operazione a causa dell’instabilità generale del quadro clinico di Dupasquier, aggiungendo che la lunga permanenza dei soccorsi in pista è stata dovuta ad un drenaggio necessario sul posto. Sempre Sky ha riportato che il pilota avrebbe sofferto un forte trauma cranico oltre a quelli toracico ed addominale. L’attesa resta quindi per le prossime ore, quando si spera di avere notizie incoraggianti riguardo il 19enne svizzero.

Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente, le immagini hanno portato inizialmente a pensare che Dupasquier sia stato investito sia da Sasaki che da Alcoba, giunto nella zona dell’incidente diversi secondi più tardi e mai inquadrato dalle telecamere della regia internazionale. La verità potrebbe, però, essere diversa.

Entrambi i piloti, nelle loro dichiarazioni ufficiali, non hanno parlato di un contatto diretto con Dupasquier. Sasaki ha citato solo lo scontro con la moto dello svizzero (“la moto è rientrata verso l’interno della pista e non ho potuto evitarla“), mentre lo spagnolo non ricorda precisamente cosa sia successo (“io sono andato sulla destra in un punto cieco e dal nulla ero per terra“).

Le immagini al rallentatore sembrano dare ragione ad entrambi: analizzando il replay emerge che purtroppo Dupasquier, dopo essere stato disarcionato dalla sua moto in uscita dalla Arrabbiata 2, è stato travolto dalla stessa partendo dall’altezza del casco. Questo ha picchiato violentemente a terra e la visiera si è staccata, schizzando verso l’erba. Solo successivamente Sasaki è sopraggiunto con la moto di Dupasquier a fare da trampolino per il pilota giapponese, volato in aria per poi ricadere diversi metri più avanti.

Per quanto riguarda Alcoba, invece, non ci sono immagini ufficiali di questo ultimo passaggio: inizialmente sembrava che lo spagnolo avesse investito gli arti inferiori di Dupasquier, ma oltre a mancare un riferimento a queste ferite il pilota ha successivamente ritrattato le prime parole rilasciate ai media. Probabilmente la dinamica di questo secondo passaggio potrà essere mostrata solo dalle telecamere interne del circuito.

Un altro dubbio riguarda le bandiere esposte o meno in pista a segnalare l’incidente. La sessione di qualifica era infatti appena terminata e la grafica mostrava che Alcoba era già passato sotto la bandiera a scacchi.

Saranno da verificare quindi le segnalazioni in pista relativamente all’incidente, oltre alle indicazioni ricevute dai piloti sulla fine della sessione e, soprattutto, sul pericolo presente.

Per questioni di sensibilità e rispetto nei confronti del pilota abbiamo scelto di non mostrare le immagini dell’incidente che ha coinvolto Dupasquier. In attesa di un comunicato ufficiale da parte dell’ospedale Careggi, ci uniamo alla speranza di tutti che per il giovane svizzero arrivino notizie positive nelle prossime ore.

Immagine: Twitter / MotoGP

P300 MAGAZINE

Moto3 | Tutti in attesa per le condizioni di Dupasquier: investito solo dalla sua moto?

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Moto3 | Tutti in attesa per le condizioni di Dupasquier: investito solo dalla sua moto?

Continua a seguirci