Moto3 | Test Losail pre-2021, sintesi della terza giornata

Jaume Masia rompe l’egemonia Honda e si mette in testa all’ultima giornata; “doppietta” Ajo con Pedro Acosta secondo. Ancora molto bene Izan Guevara, tempi abbassati di parecchio rispetto alle altre due giornate.


Con quella di oggi si sono definitivamente conclusi i test prestagionali del Motomondiale 2021, con Moto3 e Moto2 che hanno avuto a disposizione le ultime ore sul tracciato di Losail prima del primissimo weekend di gara dell’anno, sempre sulla pista di Doha per il Gran Premio del Qatar.

La prima classe a concludere i test è stata appunto la Moto3, che ha beneficiato parecchio del miglioramento delle condizioni meteo rispetto a ieri, soprattutto nella diminuzione del vento nell’ultima ora disponibile. I tempi fatti ne sono una dimostrazione, poiché per la prima volta in tutto il weekend si è scesi sia sotto la miglior pole assoluta del 2020 (fatta da Tatsuki Suzuki), sia sotto il record sul giro fatto da Arón Canet nelle libere del 2019.

A stampare il nuovo crono record non ufficiale è stato Jaume Masia, uno dei due nuovi piloti arrivati nel team KTM Red Bull Ajo. Il #5 ha stampato il suo tempo migliore in 2:04.263, ergo un secondo secco più veloce del miglior giro fatto ieri da John McPhee. Anche le altre due sessioni svolte, la settima e la ottava, sono state decisamente più rapide rispetto a quelle svolte agli stessi orari tra venerdì e sabato.

La gran giornata del team di Aki Ajo viene completata dal debuttante Pedro Acosta, che conclude in seconda posizione a tre decimi dal compagno di squadra. I due hanno effettuato lo stesso numero di tornate della pista, segno di come probabilmente abbiano girato a lungo in coppia nell’ultimo turno. Il giovane talento spagnolo si è aggiudicato anche il primo posto nella seconda sessione odierna, dimostrando di essere prontissimo alla sfida che il mondiale lo attende.

E’ ancora una volta Dennis Foggia il miglior italiano in classifica. La prima guida Leopard conferma difatti il risultato di ieri, anche se il distacco di quattro decimi da Masia è piuttosto pesante nell’eventualità che si sia provata la simulazione di qualifica; il pilota di Roma si è tolto anche la soddisfazione del primo posto nel turno 7. Concludono la top five il sempre sorprendente Izan Guevara (GasGas Aspar) e l’esperto Gabriel Rodrigo (Honda Gresini), con distacchi intorno al mezzo secondo. Per l’argentino si tratta finalmente di un ritorno nelle posizioni che contano, dopo due giorni in basso profilo.

L’ex-leader della classifica John McPhee occupa il sesto posto davanti al secondo pilota Gresini, Jeremy Alcoba. Il team Petronas conclude ottimamente la tre giorni di test piazzando anche il neo arrivato Darryn Binder al decimo posto, alle spalle di Romano Fenati (unico altro italiano insieme a Foggia nei dieci) e di Filip Salač. Appena fuori dalla top ten il terzo debuttante spagnolo sotto i riflettori, ovvero Xavier Artigas sulla seconda moto di Leopard Racing: lo spagnolo ha recuperato ancora qualche posizione ed è alla fine 11°, con un distacco di poco sotto al secondo rispetto al pilota che ha sostituito nel team lussemburghese.

Alle sue spalle troviamo alcune sorprese quali Jason Dupasquier, 12° sulla KTM della PrüstelGP, o Kaito Toba, 14° sulla moto del team CIP. In mezzo ai due si piazza Niccolò Antonelli sull’ennesima KTM, stavolta quella del team Esponsorama; la “Tigre” è il primo pilota a pagare un distacco superiore al secondo. Nettamente in calo, tra i nostri portacolori, anche Andrea Migno, solo 18° sulla seconda Honda Snipers, dietro a un altro italiano ovvero Stefano Nepa.

Continua il calvario di Adrian Fernández e del suo lato box nella squadra di Max Biaggi, poiché la sua Husqvarna occupa ancora l’ultima posizione disponibile e con un gap abissale di 2”7. Indietro anche le moto Tech3 affidate ad Ayumu Sasaki e Deniz Öncü, rispettivamente in 16a e 22a posizione.

Si chiudono così le sessioni collettive della classe leggera. Grazie a un livello di piloti in crescendo, una griglia colma di piloti esperti e ricca anche di debuttanti di rilievo, il primo round del Qatar promette scintille per Moto3, come accade oramai da un paio d’anni.

Qui i risultati di tutte le sessioni svolte in questa tre giorni, le sequenze di giri cronometrati e la classifica combinata.

Fonte immagine: ajo.fi

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS