Moto3 | GP Stiria 2021: Pedro Acosta trionfa e piega la resistenza di Sergio García

Duello entusiasmante fra i due piloti iberici, conclusosi alla penultima curva con una scivolata di García. Fenati strappa il podio a Masiá, Binder azzarda le slick ma non viene ripagato a dovere


Pedro Acosta è il vincitore del Gran Premio di Stiria 2021, classe Moto3. Lo spagnolo conquista il quinto successo stagionale al termine di un testa a testa senza esclusione di colpi con Sergio García. Grazie alle condizioni particolari dell’asfalto – in principio bagnato, poi in graduale asciugatura – i due hanno fatto selezione sul resto del gruppo, infliggendo distacchi considerevoli finanche ai piloti in lotta per il podio.

La contesa è proseguita per tutta la durata della corsa seguendo i fili conduttori dei punti di forza dei due corridori: la percorrenza in curva (specialmente nel tratto compreso fra le curve 7 e 8) di Acosta, l’accelerazione in uscita di curva di García. A suon di giri record, i portacolori KTM e GasGas hanno affidato all’ultimo giro la risoluzione della disputa, mediante due episodi chiave: la staccata poderosa di García in curva 3, obbligante Acosta ad allargare la traiettoria oltre il limite della pista; l’attacco di Acosta maturato in curva 9, generante la conseguente e determinante scivolata di García.

Acosta ha così tagliato il traguardo centrando la vittoria numero cinque in campionato ed in carriera nella classe cadetta. Coriacea la reazione di García, abile a risollevare prontamente la moto e proiettarsi verso il rettifilo finale ancora in seconda posizione, forte del distacco eonico sui suoi più diretti inseguitori, rispondenti ai nomi di Romano Fenati e Jaume Masiá. Proprio l’italiano, dopo una partenza al fulmicotone ed una parte centrale di gara più sottotono, ha beffato il pilota KTM con un gran bel sorpasso all’ultima curva, conquistando un prezioso podio, tale da fargli rinvigorire la terza posizione in classifica generale.

Scorrendo la classifica, Ayumu Sasaki chiude al quinto posto, precedendo il primo – in ordine di arrivo – dei piloti che hanno scelto di partire con le gomme d’asciutto. La strategia del sudafricano, scattato dall’ottava casella, è naufragata sin dal primo giro, salvo poi funzionare nelle ultime fasi di gara, premettendo al portacolori Petronas di acciuffare perlomeno la sesta posizione. Dal settimo al nono posto si classificano Ryusei Yamanaka, Yuki Kunii e Maximilian Kofler, bravi a sfruttare le tipicità del bagnato per affacciarsi in posizioni più pregiate rispetto ai loro standard abituali. Decimo è Adrián Fernández, autore di una notevole rimonta dal ventisettesimo posto in griglia. Delusione, infine, per Deniz Öncü, che ha visto vanificarsi la pole ottenuta al sabato per modifiche alla moto oltre il tempo limite concesso prima della partenza: il turco, partito poi dalla pit lane con le slick, si è fermato solo al ventunesimo posto.

Ordine di arrivo

Classifica generale

Immagine di copertina: Gold & Goose / Red Bull Content Pool

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM