Moto3 | GP Spagna 2021: Pedro Acosta centra il terzo successo consecutivo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Acosta continua a sorprendere, vincendo e allungando in testa al Mondiale. Secondo Fenati, terzo Alcoba dopo due Long Lap Penalty. Öncü spreca un probabile podio tirando giù Masiá e Binder


Pedro Acosta è il vincitore del Gran Premio di Spagna 2021, classe Moto3. Lo spagnolo centra il terzo successo consecutivo, al tempo stesso quarto podio su quattro gare disputate sinora in stagione – ed in carriera nella classe leggera. La parabola ascendente del giovane portacolori del team Red Bull KTM Ajo si fa sempre più esponenziale, grazie all’ennesima vittoria ottenuta attraverso una sapiente miscela di talento, aggressività e visione di gara. La tredicesima piazza in qualifica ha dato occasione ad Acosta di inscenare una pregevole rimonta, culminata nel finale grazie ad un ardito doppio sorpasso ai danni dei suoi rivali pari-marca. Una vittoria che conferma, ancor più, l’enorme potenziale del poco meno che diciassettenne leader del Mondiale.

La gara, tesa e combattuta sin dalle prime fasi, aveva offerto una battaglia, senza esclusione di colpi, nel folto gruppo di testa. Tra i protagonisti principali, Deniz Öncü, Jaume Masiá e Darryn Binder: non esattamente tre nomi a caso. I suddetti, infatti, dopo aver infiammato la corsa a suon di sportellate e scambi frenetici di posizioni, hanno concluso anzitempo lo spettacolo, all’ultimo giro, in curva 13. Troppa la foga di Öncü che, nel tentativo di sopravanzare Masiá, l’ha centrato in pieno, coinvolgendo, fortuitamente, anche il più esterno Binder.

Del patatrac ad alto tasso di punti mondiali ne approfittano Romano Fenati e Jeremy Alcoba. L’ascolano, rispolverata la notevole abilità di circumnavigare gli avversari all’esterno, corona una gara di sostanza e presenza con un pregiato podio. Lo spagnolo, dopo due Long Lap Penalty che avevano, di fatto, reso vana la prima fila ottenuta al sabato, impreziosisce una rimonta ottenuta a testa bassa e con grande generosità.

Andrea Migno chiude quarto, ad una manciata di millesimi dal podio, avendo occupato, comunque, posizioni di testa per tutta la durata della corsa. Quinto è Ayumu Sasaki, a precedere Carlos Tatay, Jason Dupasquier, Niccolò Antonelli, Xavier Artigas e Ryusei Yamanaka a completare la top dieci. Cadute illustri per Gabriel Rodrigo, giù da leader del gran premio, così come per Tatsuki Suzuki, che vanifica una splendida pole position.

In classifica generale Pedro Acosta vola a quota 95, aumentando a ben 51 punti il vantaggio sul secondo, che diventa Niccolò Antonelli. Andrea Migno è terzo, mentre Romano Fenati sale al quarto posto a 40 punti. Tonfo pesante per Jaume Masiá, ora quinto a soli 39 punti, così come per Darryn Binder, sesto a 36.

Immagine: motogp.com

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Francesco Carbonara
Francesco Carbonara
Nasco nel '99, cresco nella provincia di Bari, rincorro la laurea presso la facoltà di Economia e Commercio. Milanista incallito, rossista e ferrarista consapevole, amo lo sport ma ne seguo sempre meno di quanto vorrei e dovrei. Nel tempo libero scrivo, recito, parlo in radio, m'informo, ricerco e tento di strapparmi un sorriso. Il mio fine? Trasmettervi, con limpidezza ed eleganza, la mia passione per il motorsport.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci