Moto3 | GP Italia: Arbolino spettacolare in qualifica, sua la pole

MOTO3
GP Italia: Arbolino spettacolare in qualifica, sua la pole

Il pilota Snipers rifila più di sei decimi a Rodrigo, secondo. Dalla Porta in prima fila, Fenati settimo di 01 Giugno 2019, 13:55

Tony Arbolino si è dimostrato molto veloce per tutto il weekend della Moto3 al Mugello, ma la mazzata rifilata agli avversari, almeno in queste qualifiche, è di certo qualcosa che ricorderà per tutta la sua carriera. Il pilota lombardo segna la sua terza pole position in carriera in 1:56.407, due decimi più veloce del tempo migliore fatto in FP3 ma soprattutto sei decimi più rapido di quello fatto segnare dal secondo classificato, Gabriel Rodrigo per il team Gresini. Completa una prima fila per due terzi tricolore Lorenzo Dalla Porta, ed è un’ottima posizione anche in vista della gara di domani per recuperare punti su Arón Canet (oggi solo decimo in qualifica). Tornando ad Arbolino, il pilota del team Snipers si è reso protagonista anche di una decisa risposta d’orgoglio col suo giro veloce, poiché il tempo segnato nel primo run gli è stato cancellato per aver superato i limiti della pista alla curva 5.

Il primo turno di qualifica si è rivelato essere, purtroppo, sul classico stile Moto3, con tutti i piloti ammucchiati nella speranza di guadagnare traini e scie, cosa che potrebbe cambiare radicalmente la natura della classifica. A superare la tagliola della Q1 sono stati Raul Fernandez, Marcos Ramirez, Darryn Binder e il nostro Andrea Migno, bravo a sfruttare la scia del #25 per strappare al volo l’ultimo slot. Da segnalare quanto successo tra Ramirez e Booth-Amos, con lo spagnolo che ha provato a superare l’inglese nel cambio di direzione della Casanova-Savelli, finendo per arrivare lungo e rallentare anche il suo avversario.

Già all’inizio della Q2 c’è stato un altro avvenimento potenzialmente penalizzabile, dato che i due piloti del team SIC58, Antonelli e Suzuki, sono usciti dai box un secondo prima dell’esposizione della bandiera verde, col semaforo rosso. I due compagni di squadra partiranno in seconda fila a meno di azioni della direzione gara, con Suzuki quinto e Antonelli sesto, insieme ad Andrea Migno.

Per fortuna, il secondo turno non ha visto trenini e rallentamenti voluti per cercare delle scie, e i migliori sul giro secco sono stati quelli che hanno deciso di fare tutto da soli. La terza fila sarà occupata da Romano Fenati (già a 1.1 secondi dal compagno di squadra), Toba e Ramirez, mentre dalla quarta, insieme a Canet, si schiereranno anche Alonso Lopez e Jaume Masia. Purtroppo è uscito già in Q1 Kevin Zannoni con la TM, che partirà 25°.

Qui i risultati del secondo turno e la griglia di partenza.

Fonte immagine: motogp.com



Condividi