Matomo

Moto3 | GP Giappone: pole position di Gabriel Rodrigo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Gabriel Rodrigo potrebbe davvero diventare l’ago della bilancia del campionato Moto3 in quel di Motegi. L’argentino, veloce per tutto il weekend, partirà in pole position domani mattina grazie al tempo di 1:56.894, l’unico, insieme solo al secondo classificato John McPhee, sotto al muro dell’1:57. Dietro allo scozzese, emerso a sorpresa durante il turno, e all’argentino partirà un’altra KTM, quella di Marco Bezzecchi, deciso a rifarsi da un ultimo periodo abbastanza avaro di soddisfazioni.

E’ stato un turno di qualifiche un po’ atipico per la classe leggera e per certi versi è stato positivo: nei primi tre minuti solo le wildcard giapponesi sono uscite dai box immediatamente, mentre i big hanno aspettato prima di poter mettere le proprie ruote sull’asfalto. Si sono visti meno trenini di piloti decisi a fare il tempo e più tentativi fatti “in singolo”, anche se nella parte finale non è mancata la solita pausa collettiva ai box in attesa dell’uscita dei migliori piloti. Tra questi Martín, che però è riuscito comunque a trovare spazio e a segnare il quarto tempo; la sua è la prima Honda e apre la seconda fila davanti a Darryn Binder ed Enea Bastianini. Solo 15° il vincitore di Buriram, Fabio Di Giannantonio, mentre è da segnalare anche il violento highside nel giro finale di Sasaki.

Qui i risultati e la griglia di partenza della prima gara di domani.

Fonte immagine: motogp.com

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE