Moto3 | GP Giappone: Niccolò Antonelli in pole position, SIC58 sugli scudi

MOTO3
GP Giappone: Niccolò Antonelli in pole position, SIC58 sugli scudi

Entrambi i piloti partiranno dalla prima fila, con López secondo. Dalla Porta in seconda fila, Canet in terza di 19 Ottobre 2019, 09:47

Al rientro dall’infortunio che l’ha tenuto lontano dalle scene ad Aragón e in Thailandia, Niccolò Antonelli rientra alla grande nel mondiale Moto3 ottenendo la pole position del GP del Giappone, sul bagnato, in 2:09.293. Motegi è una pista che porta bene all’italiano, luogo dove ha ottenuto due podi negli ultimi tre anni. L’ottima giornata del team SIC58 si trasforma poi in sensazionale osservando il risultato di Tatsuki Suzuki: il pilota di casa si è fermato a tre decimi dal compagno ma si è assicurato la terza casella sullo schieramento di domani alle spalle di López: chissà che un giapponese non torni a vincere il GP nipponico (cosa che non succede dal 2006, con Hiroshi Aoyama in 250cc).

Come già successo quest’anno con il bagnato, i piloti che sono passati dalla Q1 alla Q2 si sono dimostrati, in generale, più veloci rispetto agli altri grazie alla conoscenza della pista e delle sue condizioni. Esempio lampante i primi due classificati, poiché oltre ad Antonelli anche Alonso López è passato dalla sessione a eliminazione fino alla prima fila. Insieme a loro sono passati anche Yurchenko e García, che partiranno rispettivamente in quarta e quinta posizione. Non hanno partecipato alla Q1 Filip Salač (per la doppia frattura a un dito del piede destro, ma partirà comunque dalla pitlane) e Sho Hasegawa, che non è riuscito a far segnare un tempo al di sotto del 107% durante le libere.

In ottica iridata, queste condizioni hanno appianato le differenze tra i piloti, ma soprattutto hanno reso difficile la giornata di Lorenzo Dalla Porta e Arón Canet; al contrario di quanto successo a Buriram, stavolta sarà l’italiano a partire davanti, scattando dal lato sporco della seconda fila. Il suo rivale sarà a pochi metri da lui, nella casella numero otto.

A fronte di una gran giornata per un team italiano è andata invece malissimo a un’altra squadra tricolore. Il team Snipers dei fratelli Cecchini non è riuscito a piazzare nessuno dei suoi due piloti nella Q2 ed entrambi partiranno oltre la 20a posizione: Romano Fenati ha motivato questa pessima prestazione con il pochissimo grip offerto dalla pista, ma è andata ancora peggio a Tony Arbolino, che scatterà 27° rispetto alla 22a posizione del compagno. Per il #14 rimane il sogno di una rimonta e la speranza che davanti avvenga qualche colpo di scena. Male anche Masia in queste qualifiche, scatterà 19°.

Qui i risultati della prima e della seconda sessione, oltre alla griglia di partenza.

Fonte immagine: sic58squadracorse.it



Condividi