Moto3 | GP Giappone: Bulega torna in pole position a Motegi

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Seconda pole in carriera per Nicolò Bulega, che si conferma un ottimo pilota in grado di dare soddisfazioni al sabato quando si tratta di fare il giro secco. Per il #8 è la prima pole da più di un anno, dopo quella ottenuta a sorpresa a Jerez nell’anno di debutto, ed è la seconda per lo Sky Racing Team nel Twin Ring giapponese dopo quella di Romano Fenati nel 2015. Doccia fredda per la Honda, che pone sì Aron Canet in prima fila per la gara di domani, ma solo in terza posizione dietro all’uno-due italiano composto da Bulega e da Niccolò Antonelli, entrambi con moto austriache. I nostri azzurri, nelle prime due file, occupano ben cinque caselle, con la seconda fila tutta tricolore composta da Bezzecchi, Bastianini e Fenati.

Il turno è proseguito, nonostante la pista bagnata, senza interruzioni per tutti i suoi quaranta minuti, e fin dalle prime battute è parso chiaro come gli italiani sarebbero stati protagonisti. Si son visti numerosi errori di piloti di un certo calibro, come Darryn Binder (brutta perdita di posteriore per lui alla 5) o lo stesso Joan Mir, che si è qualificato 13° ma che scatterà due file più indietro, in 19a posizione, dopo la penalità ricevuta per la manovra pericolosa ma vincente attuata ad Aragon all’ultimo giro. Anche Bulega ha pagato lo scotto di un errore in curva 1, ma dopo un’escursione nella ghiaia è tornato in pista senza problemi.

A terminare la top ten sono stati Jorge Martin, Gabriel Rodrigo, Manuel Pagliani e Andrea Migno, nettamente più lento del compagno durante tutto il turno. I restanti tre italiani partiranno molto indietro: Di Giannantonio 16°, Lorenzo Dalla Porta 27° e Tony Arbolino 30° e penultimo.

Qui i risultati dal sito ufficiale e la griglia di partenza di domani.

Fonte immagine: motogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

Moto3 | GP Giappone: Bulega torna in pole position a Motegi 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE