Moto3 | GP Comunità Valenciana 2021: Xavier Artigas primeggia nell’ultima bagarre dell’anno

Artigas, al primo successo in carriera, precede García e Masiá. Ritorno in pista rustico per Öncü, 5°. Contatto nel finale tra Foggia ed Acosta


Xavier Artigas è il vincitore del Gran Premio della Comunità Valenciana 2021, classe Moto3. L’alfiere del team Leopard Racing completa così il novero dei piloti in grado di aggiudicarsi un successo in questa stagione. Per il diciottenne spagnolo è, inoltre, la prima affermazione in classe leggera, al tramonto di un campionato che non ha conosciuto proporzionalità fra i lampi di talento espressi e la concretizzazione di questi ultimi in termini di punti e piazzamenti. La vittoria di Valencia, infine, è anche il podio numero due di Xavier in Moto3, preceduto da quello ottenuto sempre sullo stesso circuito, sulla stessa moto, da wildcard, nel 2019.

Il trionfo di Artigas è la ciliegina sulla torta dell’ennesima gara ad alta tensione della stagione. Lo spettacolo messo in mostra dai piloti, salvo le arcinote esuberanze dei soliti noti, è stato gradevole e coerente con le dinamiche della categoria. A spuntarla nella lotta per il podio, dopo molteplici avvicendamenti, sono stati Sergio García e Jaume Masiá: è doveroso fare un grande plauso alla gara dello spagnolo del Red Bull KTM Ajo team, in rimonta imperiosa e lucida dalla ventitreesima casella sino, per qualche istante, alla testa della corsa. Il terzo gradino del podio, seppur magra consolazione a confronto con le aspettative di inizio anno, è sicuramente linfa che nutre le speranze di inserirsi a pieno regime nella lotta per il titolo della prossima stagione.

Chiude quarto Filip Salač, autore di un ottimo gran premio, trascorso a circumnavigare all’esterno le traiettorie degli avversari. Quinto è invece Deniz Öncü che, nonostante lo stop di due gare comminatogli dalla FIM, persiste nel rendersi protagonista di episodi potenzialmente pericolosi e non curanti della presenza di altri piloti attorno a sé. Sesto è Stefano Nepa, davanti ad Izan Guevara, Carlos Tatay, Niccolò Antonelli ed Ayumu Sasaki. Contatto ad alto peso specifico aritmetico, nel corso dell’ultimo giro, fra Dennis Foggia e Pedro Acosta: traiettoria molto larga del romano, troppa fiducia nel corridoio esterno dello spagnolo – autore sino a quel momento di una gara magistrale condita da staccate profonde e puntuali – costretto al ritiro, a differenza di Foggia, sesto al traguardo ma retrocesso in tredicesima posizione per via di una penalità di tre secondi affibbiatagli a gara conclusa.

Classifica di gara

Classifica mondiale

Immagine: motogp.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS