Moto3 | GP Austria: Romano Fenati in pole position a Spielberg

MOTO3
GP Austria: Romano Fenati in pole position a Spielberg

L’ascolano pone fine al terribile momento vissuto nell’ultimo anno. Prima fila con Masia e McPhee di 10 Agosto 2019, 13:52

La carriera di Romano Fenati ha rischiato di essere compromessa dalle sue stesse mani in modo irrimediabile lo scorso anno, quando in mondo visione l’ascolano tirò il freno del connazionale Stefano Manzi in pieno rettilineo a Misano, entrando poi in una spirale negativa che ha rischiato di farlo cacciare dal mondo del motociclismo per sempre. E’ rientrato “dalla finestra” nel team che l’aveva cacciato, la squadra Snipers, ma il suo mondiale Moto3 fino a qui è stato tutto fuorché esaltante. La sua prima perla stagionale è arrivata proprio su una delle piste che meno lo avvantaggiano per il fisico, quella di Spielberg in Austria. “Fenny5” ha segnato la pole position in 1:36.460, con un vantaggio di mezzo decimo su Ayumu Sasaki e di due su Jaume Masia. Lo spagnolo ha festeggiato così l’assunzione nel team Leopard per il 2020, insieme a Dennis Foggia.

Al suo fianco scatterà però lo spagnolo insieme all’altro pilota del team Petronas, John McPhee, poiché il giapponese retrocederà 12° a causa di una penalità rimediata per guida irresponsabile, che tradotto s’intende la solita "melina" immancabile in Moto3. Ovviamente questa non è mancata nemmeno oggi, ma alcuni esempi come lo stesso McPhee, che ha fatto il quarto tempo girando da solo, sono la dimostrazione di come questo comportamento sia sbagliato. Fenati invece, all’interno del gruppone, ha usufruito della scia degli altri per ottenere la pole.

Il vero scempio lo si è raggiunto però in Q1, quando circa metà dei piloti è uscita a cinque minuti dalla fine con potenzialmente la possibilità di fare addirittura tre giri lanciati, e che invece ha preferito rientrare ai box aspettando gli assenti. Clamoroso quanto successo coi fratelli Öncü, Can e Deniz, rimproverati dagli stessi meccanici KTM Ajo per questa strategia. A passare la tagliola sono stati Masia, Migno, Fenati e López.

In seconda fila partiranno Toba, Suzuki e Arbolino, poiché Ogura, classificatosi quinto, subirà la stessa penalità di Sasaki. Un bel colpo per l’italiano del team Snipers e anche per Lorenzo Dalla Porta, che partirà settimo, ben più avanti del rivale Canet che sarà invece 12° sullo schieramento, dopo aver lamentato diverse noie in frenata.

Qui i risultati della sessione 2 e la griglia di partenza.

Fonte immagine: motogp.com


Condividi