Moto3 | GP Aragón: giro stratosferico di Áron Canet, sua la pole

MOTO3
GP Aragón: giro stratosferico di Áron Canet, sua la pole

Il pilota del team di Max Biaggi stacca di sette decimi tutti quanti. Dalla Porta 12° di 21 Settembre 2019, 13:55

Ci si aspettava una rivalsa degli spagnoli qui al Motorland di Aragón, e nelle qualifiche così è stato. La pole position, la seconda della stagione dopo quella del Qatar, è andata ad Arón Canet che è stato autore di un vero e proprio colpaccio in questa sessione. Nel suo giro lanciato, in cui ha sfruttato al meglio le scie di Arbolino e di Masia, segnando così uno strepitoso 1:58.197. Distacchi da capogiro per i suoi avversari, con Ai Ogura, secondo, staccato di sette decimi pieni.

Una delle più belle sorprese di questa sessione è stata Carlos Tatay. Il valenciano, classe 2003, è al debutto nel mondiale dopo aver vinto la Red Bull Rookies Cup, e il suo biglietto da visita è stata la prima fila, davanti a tanti dei nomi più forti della classe leggera. Il sedicenne, insieme a Canet, aveva superato lo scoglio della Q1, cosa che forse ha dato loro un vantaggio in termini di conoscenza della pista, insieme ai piloti dello Sky VR46, Dennis Foggia e Celestino Vietti.

Il #13 ha messo a segno una seconda fila che ha dell’ottimo, specie considerando il mignolo fratturato dall’highside rimediato in FP1. Il suo quinto posto gli è valso il titolo di italiano meglio piazzato nelle qualifiche odierne, in mezzo a Jakub Kornfeil e Alonso López. Gli spagnoli hanno messo ben tre dei propri piloti nelle prime due file.

Gli avversari di Canet per il titolo non hanno avuto vita facile in questa sessione: Tony Arbolino si è qualificato settimo senza poter sfoderare un ultimo giro lanciato per il passaggio sotto la bandiera a scacchi, e dopo aver subito un sorpasso dallo stesso Canet mentre erano nel medesimo giro alla esse in discesa 8-9; Lorenzo Dalla Porta ha fatto anche peggio qualificandosi 12°, in un turno che non l’ha mai visto protagonista. Anche il suo compagno Ramírez non sorride: durante la Q1 lo spagnolo del team Leopard ha deciso di girare da solo ma, nonostante il buon giro fatto, è stato subito ricacciato tra gli esclusi, per cui partirà 20°.

In terza fila, insieme al pilota Snipers, partiranno Suzuki e McPhee. Tra gli altri italiani segnaliamo l’11° posto di Foggia e il 18° di Riccardo Rossi per il team Gresini, mentre Masia e Migno, nonostante il team di Caponera sia stato capace di trovare un nuovo sponsor, non sono andati oltre a un 15° e un 17° posto.

Qui i risultati delle qualifiche e la griglia di partenza.

Fonte immagine: maxracingteam.com



Condividi