Moto2 | Test Losail pre-2021, sintesi della terza giornata

Sam Lowes si porta in testa su Kalex Marc VDS davanti a Bezzecchi e Gardner, i primi tre racchiusi in cinque centesimi. Chiudono i primi cinque le moto Petronas, bene Bendsneyder sesto. Ancora nelle retrovie Vietti e Dalla Porta.


Da circa un’oretta anche i turni della Moto2 si sono conclusi, ponendo la parola fine al capitolo “test invernali” di questo 2021. Anche la classe di mezzo, come la Moto3, ha beneficiato del miglioramento delle condizioni di pista e meteo, ma alla fine il record assoluto di questa categoria, appartenente a Joe Roberts in 1:58.136, non è stato minimamente scalfito. Inoltre, anche oggi la prima giornata è stata disertata da tutti, col solo Baltus in grado di fare qualche giro cronometrato valido.

Per quanto riguarda la classifica, il miglior tempo va dunque a Sam Lowes, primo in 1:58.655. L’inglese, ora in forma fisicamente rispetto alla fine della scorsa stagione, ha messo a segno nella sessione 9 ben 28 passaggi, per un totale di 44 in questa domenica. Per il fratello di Alex il prossimo weekend può essere l’occasione perfetta per rifarsi della mancata partecipazione al GP del 2020, anche se la concorrenza pare molto agguerrita.

Al contrario della Moto3, i cui distacchi tra i primissimi sono piuttosto dilatati, nella Moto2 i primi piloti sono racchiusi in nemmeno un decimo, mentre dal primo al decimo c’è un gap complessivo di poco più di mezzo secondo. La piazza d’onore della giornata se la prende Marco Bezzecchi, che si è rifatto alla grande da una prima giornata poco proficua, fino a raggiungere le posizioni a cui ambisce per tutto il 2021. Tra lui e Lowes ballano solo 13 millesimi.

Chiude il fazzoletto dei primi tre Remy Gardner. La prima uscita del 2021 del figlio d’arte sulla moto del team Ajo è stata un successo, con l’australiano fermo a 48 millesimi dalla vetta dopo 19 giri svolti al pomeriggio. Il suo compagno Raúl Fernández è poco più indietro all’ottavo posto, a tre decimi dai migliori.

La top five della combinata si chiude con i due piloti del team Petronas Sprinta, con Jake Dixon a precedere, per la prima volta in queste giornate di test, il più esperto Xavi Vierge. I due rimediano un distacco di due decimi scarsi rispetto al #22 davanti, così come Bo Bendsneyder, il quale sta continuando a impressionare sulla moto del team SAG ereditata da Gardner. Il suo compagno Lüthi si trova ben più indietro, al 20° posto (seppur con solo un secondo netto di distacco).Con Nicolò Bulega settimo, le ultime due posizioni della top ten vengono occupate da due Boscoscuro, quelle del team Aspar gestito da Jorge Martínez. Curioso come stavolta sia stato Albert Arenas, il campione 2020 della Moto3, a stare davanti ad Arón Canet. Dopo la coppia spagnola, si crea un piccolo buco di un decimo, dopo il quale troviamo Stefano Manzi sulla Kalex del team Pons. Ben 24 giri per l’italiano, e un distacco di meno di sette decimi.

Ai Ogura è 12° sulla Kalex del team Honda Idemitsu, a precedere il debuttante Cameron Beaubier (anche lui con un ritardo piuttosto contenuto). La situazione dell’americano è migliorata drasticamente rispetto a quella del suo compagno Marcos Ramírez (ancora oltre la 22a posizione), mentre l’ex-pilota dell’American Racing, Joe Roberts, è 14° subito alle spalle del suo sostituto.

Eccezion fatta per Bezzecchi e Bulega, non è stato un turno felicissimo per gli italiani: Tony Arbolino è 16° sulla moto del team Dynavolt, di due posizioni più avanti rispetto a Fabio Di Giannantonio. Continua il calvario di Lorenzo Baldassarri sulla MV Agusta (23°), ma i più in difficoltà sono Celestino Vietti (Sky VR46) e Lorenzo Dalla Porta (Italtrans), che pagano distacchi oltre il secondo e sono vicini, ma solo in 25a e 26a posizione. Deludente finora Yari Montella sulla SpeedUp, al quartultimo posto.

Restano solo cinque giorni prima dell’avvio alle danze del Motomondiale. Nel caso della Moto2 la lotta per il successo potrebbe vedere diversi nomi coinvolti, ma soprattutto potrebbe regalare sorprese inattese.

Questi i risultati delle sessioni svolte, l’analisi dei tempi fatti dai piloti e la graduatoria combinata.

Fonte immagine: marcvds.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS