Moto2 | Test Losail pre-2021, sintesi della prima giornata

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Remy Gardner parte subito forte con la Kalex del team Ajo, Raúl Fernández decimo. Bezzecchi solo 16° davanti ad Arbolino, il campione della Moto3 Arenas è 23°

Dopo la Moto3, poco dopo le 17:00 si sono concluse anche le prove della classe Moto2, la cui attesa per queste prime sessioni collettive era parecchia, forse anche più della classe leggera. Tanti i temi, tra cambi di casacca e debutti di spessore.

Remy Gardner rappresenta sia uno di queste tematiche di estremo interesse, sia il pilota più veloce al termine del venerdì. Col tempo di 1:59.074 fatto nel finale, il figlio del grande Wayne in sella alla sua nuova Kalex KTM Ajo si è avvicinato pericolosamente all’abbattimento del muro dell’1:59, senza però riuscirci. E’ comunque probabile che ciò avvenga domani, sempre se il meteo e il vento non ci metteranno lo zampino.

In seconda posizione un altro dei volti da tenere d’occhio all’alba di questo 2021. Arón Canet sulla Boscoscuro (nuovo nome dato al telaio SpeedUp per differenziarlo dalla squadra italiana) del team Aspar paga un gap di poco più di due decimi dal #87, guidando anche nettamente il confronto col nuovo compagno Albert Arenas, il campione del mondo della Moto3. “Superman” si trova solo 23° nella classifica finale, iniziando con un approccio lento ma (si spera) funzionale.

Canet è stato anche in grado di guidare la seconda sessione, mentre nelle prime ore del mattino è stato il suo ex-compagno di marca Fabio Di Giannantonio a guidare il gruppo, seppur in una sessione quasi totalmente disertata. “Diggia”, tornato a esser pilota del team Gresini, è sceso poi in 11° posizione, mentre il suo compagno-rivale Nicolò Bulega è il primo azzurro in classifica, in quinta posizione e a mezzo secondo da Gardner. Anche Bulega è sceso in pista al mattino nonostante le condizioni della pista.

La terza posizione è ad appannaggio di Joe Roberts, che già lo scorso anno aveva fatto capire come Losail gli è una pista particolarmente amica. Stavolta l’americano corre coi colori di Italtrans ma sempre su una Kalex, rimediando poco meno di mezzo secondo dalla testa. Al quarto posto spunta uno dei favoriti alla corsa al titolo dopo il gran finale di stagione dello scorso anno, ovvero Sam Lowes con la nuovissima livrea della squadra Marc VDS.

La metà restante della top ten vede alcuni dei volti più esperti della categoria, quali Marcel Schrötter (settimo, team IntactGP Dynavolt), Xavi Vierge (sesto, Petronas Sprinta Racing) e Augusto Fernández Guerra (ottavo, Marc VDS). Entrambe le moto del team malese sono nei dieci grazie al buon lavoro di Jake Dixon, mentre l’ultimo posto in top ten è occupato da uno dei rookie della categoria, quello meglio piazzato. Si tratta di Raúl Fernández, compagno di Gardner e proveniente della Moto3, che è stato capace ad adattarsi molto più rapidamente rispetto ai colleghi provenienti dalle piccole 250cc.

Simone Corsi porta la prima MV Agusta F2 in 13° posizione alle spalle di Thomas Lüthi, quest’ultimo ora pilota del team SAG. Bisogna poi scendere fino al 16° posto per trovare un altro italiano, ovvero Marco Bezzecchi. Quello che viene visto come il favorito d’obbligo di quest’anno ha iniziato con cautela questi test, anche se chiaramente i tempi di queste prove sono indicative solo entro certi limiti.

Alle spalle di “Bez” altri due debuttanti dalla Moto3, ovvero Tony Arbolino sulla moto di IntactGp e Ai Ogura, su quella del team Honda Asia. I tre precedono la coppia Pons Stefano Manzi-Héctor Garzó, mentre al 22° posto ecco un altro italiano, Lorenzo Dalla Porta. Per l’ex-campione della Moto3 questo 2021 deve rappresentare il tanto atteso balzo in avanti, che però non si è ancora visto dopo questo venerdì.

Celestino Vietti, nuovo pilota del team Sky VR46, è 24° alle spalle di Arenas ma precede alcuni nomi di assoluto richiamo, come il campione del Motoamerica Superbike Cameron Beaubier (25°) o anche il campione del CEV Moto2 Yari Montella (28°), sulla Boscoscuro SpeedUp. Non una gran giornata per il team American Racing nel complesso, con Marcos Ramírez a sua volta solo 27°.

Domani si svolgerà la seconda giornata, in cui i tempi potrebbero calare ulteriormente e magari, come successo in MotoGP con Jack Miller, anche qui il record potrà esser battuto.

Fonte immagine: ajo.fi

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE