Moto2 | GP Spagna, Alex Marquez domina su Bagnaia e Oliveira. Fuori Morbidelli

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Alex Marquez conferma la pole del sabato e vince il Gran Premio di Spagna della Moto2 conquistando la prima vittoria in categoria. Lo spagnolo del team MarcVds ha preceduto sul traguardo Bagnaia, al primo podio dopo sole quattro gare con il team VR46, e Miguel Oliveira, in rimonta sul finale su un ottimo Mattia Pasini, 4°.

La gara vede dal principio la fuga della coppia MarcVds, con Marquez davanti a Franco Morbidelli che dietro di loro fanno subito il vuoto. Dopo pochi giri un primo errore dello spagnolo regala la prima posizione all’italiano, che sembra in assoluto controllo di gara. Il colpo di scena arriva subito dopo, quando Morbidelli commette un lieve errore e cade, lasciando la prima posizione al compagno di team e i restanti gradini del podio a Bagnaia e Pasini. 

La corsa prosegue regolare, con Marquez che mantiene un vantaggio di circa quattro secondi sui due inseguitori. Inizialmente Pasini sembra poter impensierire Bagnaia, ma nella seconda fase di gara il calo delle gomme lo espone al ritorno di Miguel Oliveira. Il portoghese si avvicina rapidamente e a quattro giri dal termine fulmina il pilota del team Italtrans scalzandolo dal gradino più basso del podio.

Marquez vince quindi indisturbato, dopo una lunga attesa, il suo primo GP in Moto2 davanti ad un felicissimo Pecco Bagnaia e a Miguel Oliveira. Pasini ancora al quarto posto davanti ad un ottimo Luca Marini.

In classifica lo zero di Morbidelli permette a Tom Luthi di avvicinarsi. L’italiano resta in testa con 75 punti sui 64 dello svizzero e i 59 di Oliveira.

Il risultato di gara e la classifica della Moto2.

 

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci