Moto2 | GP San Marino: Augusto Fernández vince, ma il risultato è sotto investigazione

MOTO2
GP San Marino: Augusto Fernández vince, ma il risultato è sotto investigazione

Lo spagnolo passa Di Giannantonio all’ultimo giro e vince, ma il sorpasso finale lascia alcuni dubbi di 15 Settembre 2019, 13:55

Se il risultato del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini classe Moto2 dovesse essere confermato, si tratterebbe della terza vittoria stagionale e in carriera di Augusto Fernández. Lo spagnolo del team Pons ha gestito bene gli ultimi giri recuperando terreno su Di Giannantonio fino a sfidarlo per la vittoria all’ultimo passaggio, con un sorpasso piuttosto cattivo all’ingresso del Carro all’ultimo giro.
Con questo successo Fernández Guerra si porterebbe a -26 dalla testa della classifica, occupata da Álex Márquez (terzo oggi).

E’ obbligatorio però usare il condizionale perché il risultato è attualmente sotto investigazione, a causa proprio del sorpasso su “Diggia”: Fernández ha infatti usufruito abbondantemente della via di fuga al curvone nell’ultimo giro, e la stessa manovra ha visto anche una leggera spallata con l’italiano.

LA CRONACA

Alla partenza, e per i successivi quattro giri, Di Giannantonio comanda con autorevolezza davanti a Fernández, Márquez e Lüthi, mentre Gardner perde un paio di posizioni allo scatto. Il primo giro passa regolarmente mentre nel secondo Binder e Marini entrano in contatto alla prima esse, aprendo il varco a Navarro con la Speed Up per la decima posizione; il sudafricano correrà per il resto del GP col paraleva alzato.

Mentre Gardner riperde le due posizioni al terzo giro, Fernández sgancia Márquez e comincia a ricucire il distacco su Di Giannantonio, al momento in testa in solitaria, mentre il compagno di “Diggia” è alle prese con Bezzecchi in fondo alla top ten. Di azione in pista ce n’è poca in questa fase della gara, con Vierge che insidia Gardner per il quinto posto prima della scivolata dell’australiano, seguito a ruota dal #72 di casa Tech3 al sesto giro.

Quando il ritmo si stabilizza Márquez e Lüthi cominciano a rosicchiare qualcosa ai due leader davanti, con Fernández che raggiunge la Speed Up nera e rosa e tenta l’affondo al cambio di direzione 1-2, subendo poi la risposta alla Quercia; il leader del mondiale ne approfitta e, dopo alcune spallate col connazionale, passa prima del Tramonto.

Cade anche Bulega mentre era vicino alla top ten, con il suo connazionale Di Giannantonio che invece guadagna qualche decimo sugli spagnoli alle sue spalle. Si sta sganciando anche Tom Lüthi che perde oltre un secondo dal pilota del team Pons, che invece passa all’attacco superando Márquez in maniera magistrale.

Ancora una volta il distacco tra il primo e il secondo cala, e a dieci giri dalla fine è di circa tre decimi. La lotta è prevalentemente sul cronometro e alcuni giri veloci del pilota Speed Up impediscono allo spagnolo di completare il riaggancio a tempo record. Intanto, nelle retrovie, Vierge subisce un doppio sorpasso al curvone da Navarro e Binder, e Baldassarri si becca un long lap penalty per aver più volte ecceduto i limiti della pista.

Si arriva al’inizio dell’ultimo giro col pilota Pons che attacca al cambio di direzione come fatto prima, ma Di Giannantonio resiste incrociando e mantiene la prima posizione. Si arriva al tratto veloce favorevole allo spagnolo, e al curvone Augusto passa oltre il cordolo eccedendo i limiti della pista (per la seconda volta in due giri), e con la spinta ottenuta passa al tornante del Carro con un block-pass. Sul traguardo Fernández vince davanti a Di Giannantonio e a Márquez, ma il risultato è sotto investigazione per ciò che è successo negli due settori della pista. Quarto Lüthi e top five chiusa da un buon Sam Lowes.

In classifica piloti, a meno di cambiamenti, Márquez avrebbe quindi 26 punti di vantaggio, un netta riduzione rispetto a qualche gara su Fernández. Lo svizzero del team Dynavolt è a quota 159 e a -38 dal fratello di Marc, mentre la gara opaca di Navarro lo fa scendere al quarto e con un distacco di oltre 40 punti dal #73.

Qui i risultati provvisori di questa gara e la classifica iridata aggiornata.

Fonte immagine: motogp.com



Condividi