Moto2 | GP Olanda 2024: Ai Ogura vince ad Assen. Aldeguer brucia il successo per un LLP

Moto2 | GP Olanda 2024: Ai Ogura vince ad Assen. Aldeguer brucia il successo per un LLP

Moto2
Tempo di lettura: 6 minuti
di Francesco Gritti @franz_house_vg
30 Giugno 2024 - 14:20
Home  »  Moto2Motomondiale

Ai Ogura vince il TT di Olanda 2024. Il giapponese sfrutta una penalità comminata a Fermin Aldeguer, secondo, per portarsi davanti a tutti. Terzo Sergio Garcia

La gara ad Assen è stata una delle più interessanti della stagione per diversi motivi, tra cui un inizio ricco di azione, una fase centrale di gestione e una finale in cui i piloti di testa hanno sciolto tutte le riserve. Il trionfo sarebbe stato di Aldeguer se non avesse commesso una piccolezza che lo ha portato a perdere 3 secondi. Questo errore lo aiuterà nella sua crescita? Solo il futuro potrà darci la risposta a questa domanda.

Il Moto2 World Championship torna in pista al termine di una pausa sostanziosa per l’ottavo round del campionato, il TT di Olanda al TT Circuit Assen. “L’Università delle Due Ruote”, nonostante sia cambiata molto nel tempo, è ancora caratterizzata da curve dal raggio variabile e da pochi rettilinei, che rendono la pista una delle più difficili presenti in calendario.

Il TT Circuit Assen è stato costruito nel 1955 per fare fronte alla necessità di sostituire il pericoloso tracciato cittadino presente nella zona del Drenthe con uno permanente. Da allora la pista è stata rimodellata più e più volte, soprattutto nel tratto iniziale, fino al raggiungimento, nel 2010, del layout odierno, caratterizzato da una lunghezza di 4,542 km e composto da 18 curve, 12 a destra e 6 a sinistra, che si snodano con raggio variabile tra i rettilinei quasi assenti. Assen è sinonimo di TT di Olanda, visto che, nelle sue versioni, è presente in calendario fin dal 1949. L’unica edizione mancante, quella 2020, è stata annullata per via della pandemia di COVID-19.

Sono 31 gli iscritti al TT di Olanda. Un infortunio in allenamento mette fuori dai giochi Deniz Oncu, che viene sostituito, sulla seconda Kalex di Red Bull KTM Ajo, dal rientrante Marcel Schrotter. Il tedesco, attualmente impegnato con MV Agusta in Supersport, campionato in cui occupa la quarta posizione, ha già partecipato a 10 stagioni in Moto2. Il rientro di Bo Bendsneyder non toglie posto a Daniel Munoz, che scende in pista sulla terza moto di Preicanos. Pasini non rinnova il suo impegno sul campo in Olanda.

La gara

Roberts, Salac e Cardelus non potranno prendere parte alla gara a causa di un infortunio patito nel corso delle scorse giornate. L’americano ha subito la frattura della clavicola, l’andorrano di un piede, mentre il ceco ha dovuto lasciare l’Olanda in anticipo per un forte colpo alla testa.

Ogura parte benissimo e si impone subito su Aldeguer e Garcia. Il futuro pilota Ducati, però, non si può accontentare del secondo posto e supera il giapponese già alla Strubben. Lo spagnolo di MSi, invece, è lento nelle prime curve, tanto da venire passato da un arrembante Arbolino.

Lo Squalo di Garbagnate si impone anche su Ogura alla Ossebroeken, ma rimarrà secondo per poco tempo. Il giapponese, difatti, affonda il colpo già all’ultima chicane e lo sorpassa senza difficoltà. Inizia qui il declino dell’italiano di Marc VDS, che verrà superato nel corso del terzo passaggio anche da Lopez alla Strubben e da Garcia alla Ruskenhoek.

Lo spagnolo di MSi è il mattatore del quarto giro. Il leader del mondiale si impone alla Haarbocht su Lopez e alla Geert Timmer Bocht su Ogura. Sono diverse le cadute cha avvengono nella prima metà di gara. Van den Goorbergh scivola nel terzo settore del quinto passaggio. Canet e Arenas, invece, devono lasciare la corsa durante la tornata successiva, all’altezza della Ossebroeken.

La parte centrale della corsa non regala grosse emozioni. Degni di nota sono i due LLP comminati a Munoz, il primo per taglio della chicane, il secondo per eccessive escursioni oltre i limiti del tracciato, e la caduta di Sasaki alla Ramshoek dell’ottavo giro, dovuta a un contatto con Aji.

Al dodicesimo giro si riaccende l’azione a fronte griglia. Garcia va largo in curva 12 e lascia la porta aperta a Ogura, che sale in seconda posizione. Ci rimarrà per poco, visto che Aldeguer compie una leggerezza che, nonostante il vantaggio accumulato, si rivela fatale. Il gran numero di evasioni dai track limits costringe la direzione gara a penalizzare il leader della corsa con un Long Lap.

Aldeguer esce dall’area posta al largo di curva 4 in terza posizione. Lo spagnolo, però, sfrutta gli attriti fra i due alfieri MSi per riavvicinarsi in un lampo. Garcia attacca Ogura all’ultima curva del giro 18. Il giapponese risponde alla staccata successiva. Quest’azione, apparentemente frivola, si rivelerà di notevole importanza nell’immediato futuro.

Quel paio di decimi persi ha permesso ad Aldeguer di aggrapparsi al duo MSi. Il diciannovenne della Murcia supera alla Stekkenwal Garcia, che rimane presto arretrato, e si lancia all’inseguimento di Ogura. La difesa del giapponese, però, è serratissima, e lo spagnolo non troverà mai lo spazio necessario a riprendere la prima posizione.

Ai Ogura, pilota in forza a MT Helmets – MSi su Boscoscuro, vince il TT di Olanda 2024. Il giapponese è seguito sul podio dagli spagnoli Fermin Aldeguer e Sergio Garcia. Dixon, Chantra, Arbolino, Ramirez, Lopez, Gonzalez, Vietti, Agius, Foggia, Alcoba, Bendsneyder e Binder terminano a punti. Escrig, ventunesimo, è il migliore dei piloti Forward.

Ai Ogura, nato a Kiyose, Città Metropolitana di Tokyo, 23 anni fa, conquista la seconda vittoria stagionale. Il giapponese, già vicecampione della serie nel 2022, ha agguantato il quinto successo in carriera nella classe di mezzo. Il ragazzo ha già detto che andrà in MotoGP solo con il titolo in mano. Questa stagione potrebbe essere quella giusta, ma è troppo presto per potersi esporre. Il campionato è ancora lungo e di sicuro regalerà ancora molte sorprese.

I risultati della gara

I risultati del TT di Olanda di Moto2

La classifica generale

La classifica di Moto2 al termine del TT di Olanda

Il terzo posto permette a Sergio Garcia di mantenere la testa del campionato con i suoi 138 punti. Leggermente arretrati i principali rivali, il compagno di squadra Ai Ogura (124) e Joe Roberts (115). Boscoscuro continua a guidare i costruttori, visto che la lotta contro Kalex sta procedendo 179 a 152. MT Helmets – MSi domina la classifica team grazie alle sue 262 lunghezze.

I prossimi appuntamenti

Il weekend ad Assen terminerà con le ultime gare di MotoGP (14.00) e Red Bull MotoGP Rookies Cup (15.30). Il paddock del Motomondiale, che oltre alla Moto2 comprende anche MotoGP, Moto3 e MotoE, si sposterà settimana prossima al Sachsenring, sede del GP di Germania, nono round di campionato. Sarà presente in pista, come contorno alle categorie principali, la Northern Talent Cup.

Media: MT Helmets – MSi on Facebook

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live