Moto2 | GP Italia 2024, Gara: Joe Roberts torna alla vittoria dopo oltre due anni

Moto2 | GP Italia 2024, Gara: Joe Roberts torna alla vittoria dopo oltre due anni

Moto2
Tempo di lettura: 5 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
2 Giugno 2024 - 13:39
Home  »  Moto2Motomondiale

Lo statunitense, partito dalla pole, resiste all’assalto di González e torna a vincere in Moto2. Altro zero per Aldeguer, García quarto.


In una stagione finora incredibilmente positiva come quella disputata finora in Moto2, a Joe Roberts mancava giusto l’acuto del trionfo per potersi candidare seriamente alla corona iridata. Al termine del GP Italia 2024 lo statunitense si è tolto questo sassolino dalla scarpa, vincendo la sua seconda gara nel Motomondiale dopo oltre due anni di digiuno.

L’unica vittoria di Roberts in Moto2 (almeno fino a pochi minuti fa) era infatti avvenuta al Gran Premio del Portogallo 2022, una gara interrotta dalla pioggia e fatta ripartire con una durata più breve. Anche la corsa svolta oggi al Mugello è stata ridotta a dodici giri anziché diciannove per cercare di rimanere in linea col palinsesto giornaliero, ma il bottino di 25 punti rimane completo per il pilota di Malibù.

Seconda posizione, e miglior risultato in carriera, per Manuel González, che completa una doppietta Kalex. Il produttore di telai tedesco torna sul gradino più alto del podio dalla prova di Portimão, a spese di Boscoscuro, giunta comunque terza con Alonso López.

Sergio García Dols ed Ai Ogura, i piloti del team MTHelmets-MSi, hanno concluso rispettivamente al quarto e quinto posto, mentre Fermín Aldeguer rappresenta, ancora una volta, la nota dolente per il telaista italiano: dopo aver saltato le qualifiche di ieri, il #54 è stato costretto a partire dal 18° posto e, nel tentativo di rimontare, è incappato in un clamoroso errore alla Materassi-Borgo San Lorenzo. Il distacco nella classifica mondiale, per il futuro pilota Ducati, rasenta ora i 60 punti.

LA CRONACA

Dopo l’interruzione avvenuta nella gara Moto3, gli organizzatori decidono di accorciare anche la gara Moto2 in modo da permettere alla MotoGP di correre, come da prassi, alle 14:00. Il cielo si è annuvolato sopra il Mugello, ma il meteo è ancora stabile.

Al via Roberts parte bene dalla pole ed imbocca la San Donato per primo, portandosi dietro López e Darryn Binder. Ai Ogura, dalla quarta fila, scatta a razzo e s’impone in quarta posizione superando González alla Luco, ma il giapponese finirà per perdere due posizioni nel corso del primo passaggio. Alle sue spalle Arón Canet entra in lotta con Marcos Ramírez, passando alla Casanova-Savelli.

Mentre il #24 lotta anche con Mattia Pasini alle due Arrabbiate, Roberts completa il primo giro in testa, mentre Ogura perde un’altra posizione nei confronti del #44 all’inizio del secondo giro. Non ha recuperato molte posizioni Aldeguer invece, solo 15° dopo il primo passaggio.

Binder, a sorpresa, si dimostra piuttosto competitivo e supera López per la piazza d’onore, ma l'”Asso” riuscirà a riprendersela e ad attaccare addirittura Roberts alla 2, dopo un primo tentativo all’esterno della 1 andato male. Al quarto passaggio, invece, il suo compagno di squadra Aldeguer si ritira nuovamente per un errore alla Materassi, nel quale la moto rischia anche di cappottarsi e di rientrare in traiettoria coinvolgendo altri piloti.

Il ritiro di Aldeguer non varia la situazione davanti però, con González che si mette secondo per un momentaneo uno-due spagnolo davanti a Roberts. Sta risalendo anche Canet, il quale ha superato Binder ed è salito in quarta posizione; il fratello di Brad, però, non s’arrende e rimette il pilota Fantic al proprio posto passando alla San Donato.

La bella gara di Darryn termina all’Arrabbiata 1, con una scivolata d’anteriore da cui poi la moto ne esce distrutta. Poco più indietro avviene, al Correntaio, anche la scivolata di Filip Salač, mentre il gruppo di testa rimane compatto nonostante l’uscita di scena del sudafricano.

Roberts, in tutto questo, è tornato secondo e sta ritentando l’attacco a López, che giunge sì alla San Donato ma stavolta dall’esterno; Alonso, in tutta risposta, allunga la frenata e i due arrivano al contatto, permettendo così a González e a Canet di guadagnare due posizioni. Il pilota Fantic guadagna la testa alla Scarperia con quattro giri ancora da percorrere, mentre lo statunitense riesce a passare il #21 di casa Speed Up al Correntaio.

La manovra che vale la vittoria per Roberts avviene all’inizio del giro successivo, quando una grande staccata alla San Donato gli permette di guadagnare due posizioni alle spalle dei due spagnoli davanti a sé. Ora il più in affanno del primo gruppo è Canet, che viene prontamente ripassato da Alonso che si fa largo alla 1 a due giri dal termine.

Il duo di testa, tuttavia, ha preso margine e l’unico che può contendere il successo al #16 è González: il dodicesimo giro inizia e “ManuGas” attacca all’interno in fondo al rettilineo principale, ma subisce la risposta di Roberts alla 2, decisiva per conquistare la vittoria.

E’ il pupillo di John Hopkins a tagliare il traguardo del Mugello per primo, conquistando la sua seconda vittoria in carriera. González è secondo davanti a López, mentre all’ultimo giro Canet ha perso due posizioni a vantaggio della coppia MSi García-Ogura. Celestino Vietti ha chiuso il suo 100° GP al settimo posto come migliore degli italiani, davanti ad Izan Guevara, Somkiat Chantra e Ramírez. All’ultimo giro, purtroppo, è caduto Mattia Pasini mentre si trovava 12°.

Ora la situazione del mondiale piloti vede García ancora al comando della generale con 122 punti, ma il vantaggio nei confronti di Roberts è ora decisamente più risicato: solo sette lunghezze. Perde un paio di punti dal compagno Ogura (ora a -23), mentre López e González, grazie ai punti del podio conquistati, scavalcano Aldeguer nella generale. Il #54 arranca parecchio, a -59 dal #3.

Questi i risultati del GP Italia e la classifica piloti dopo sette Gran Premi.

Fonte immagine: Facebook / American Racing Moto2 Team

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live