Matomo

Moto2 | GP Giappone: Pecco Bagnaia di nuovo in pole position

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il turno di qualifiche della Moto2 svoltosi a Motegi è stato comandato dall’inizio alla fine da Pecco Bagnaia, che si è così assicurato la sesta pole position della stagione 2018 e un’altra importante occasione per allungare in classifica. Sulla pista di proprietà della Honda il futuro ducatista ha fatto segnare il miglior tempo in 1:50.759 nelle prime battute della QP, che è poi bastato nel finale per tenere a bada gli altri contendenti alla prima piazza. Il più vicino a strappare la pole all’italiano è stato Fabio Quartararo, staccato quasi due decimi con la sua Speed Up gestita dal team di Luca Boscoscuro. Terza posizione in griglia per Lecuona, al suo miglior risultato in una prova ufficiale del sabato; solo questi tre piloti sono scesi sotto l’1:51.

KTM non particolarmente in palla quest’oggi: i due piloti ufficiali scatteranno in nona posizione con Miguel Oliveira e in decima con Brad Binder, davanti proprio a quel Luca Marini che in Thailandia ha ripetuto il suo miglior risultato in carriera battendo il duo di Mattighofen. Diversi piloti di alto livello separano il portoghese in corsa per il titolo dall’italiano, tra cui Baldassarri (quinto), Álex Márquez (sesto), Vierge (settimo) e altri ancora. Solo 18° Pasini con la moto di Italtrans.

Qui i risultati del turno e la griglia per la gara di Moto2.

Fonte immagine: motogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Moto2 | GP Giappone: Pecco Bagnaia di nuovo in pole position 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE