Moto2 | GP Catalunya: pole position a sorpresa di Fabio Quartararo

Moto2 | GP Catalunya: pole position a sorpresa di Fabio Quartararo

Sorprese così grandi non si vedono tutti i giorni, specie dopo giornate di prove passate in sordina come in questo caso. Fabio Quartararo, da poco diciannovenne ed ex-campione del CEV, ha ottenuto la sua prima pole position in Moto2 con il team HDR, l’unico team dotato del telaio italiano Speed Up. E’ il ritrovamento (seppur momentaneo) di un giovane di buonissime speranze, arrivato forse troppo presto nella classe di mezzo dopo due sole annate di Moto3. Ad affiancarlo in prima fila ci sarà il favorito del weekend Álex Márquez, passato in testa a due terzi del turno ma preso in contropiede dal francesino.

A completare la prima fila dopo due giornate di prove di tutto rispetto ci sarà Marcel Schrotter, mentre il leader del mondiale Francesco Bagnaia è il primo della seconda fila. Pecco comunque sorride nonostante non sia nei primi tre, perché il suo rivale per titolo Miguel Oliveira scatterà solo 17°. Giornata strana per il team KTM, che si ritrova il secondo pilota Brad Binder in quinta posizione e con un ottimo ritmo valido per il podio, e la propria punta portoghese in grosse difficoltà.

Giornata abbastanza dura anche per gli altri italiani: Baldassarri è entrato in top ten all’ultimo dopo una caduta nei primi tre minuti, mentre Fenati è solo 15° dopo le ottime libere. Mattia Pasini, caduto al Mugello, partirà dalla sesta casella.

Qui i risultati della QP per la classe di mezzo.

Fonte immagine: motogp.com

#iorestoacasa

A sostegno della Protezione Civile

IT84Z0306905020100000066387

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

NASCAR | Texas 1997: un debutto disastroso

Inizia questo weekend una serie di articoli storici per colmare la lunga pausa dovuta alla pandemia causata dal coronavirus. Questo weekend...

CONDIVIDI

14,553FansLike
879FollowersFollow
1,641FollowersFollow
Moto2 | GP Catalunya: pole position a sorpresa di Fabio Quartararo 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE