Montezemolo e quella piccola contraddizione

Montezemolo e quella piccola contraddizione

di 30 Luglio 2013, 19:40

" Anteporre gli interessi della squadra a quelli personali" . E' bastata questa frase rivolta a Fernando Alonso da parte di Montezemolo per scatenare gli appassionati. Chi sta dalla parte di Alonso, chi da quella del " padrone" e chi, come il sottoscritto dopo una piccola riflessione ha pensato che forse nelle parole di Montezemolo esiste una piccola contraddizione. Come può il presidente della Ferrari, ammonire il suo numero 1 quando la stessa squadra ha anteposto i propri interessi di " squadra" ( concedetemi il gioco di parole) per favorire in maniera a volte " imbarazzante" Fernando Alonso. Da quando il 2 volte campione del mondo è arrivato a Maranello, e quindi nel 2010, l' attenzione del team è stata rivolta completamente a lui, a discapito di Felipe Massa.

Ok direte voi, Alonso ha corso spesso con una auto inferiore rispetto alla concorrenza rischiando di vincere  2 titoli, mentre Felipe ha ottenuto risultati inferiori alle aspettative di un team come la Ferrari. Io vi rispondo che avete ragione, ma la politica del team di Maranello va contro le dichiarazioni del suo presidente. La Ferrari, ha sempre garantito un trattamento " privilegiato" ad Alonso, assecondandolo in tutto e difendendolo anche quando meritava di essere criticato( e questo è colpa anche di certi organi di stampa).

Ora che si è sentita tradita come una moglie che sente parlare il marito con un amico di un altra donna più bella, ha alzato la voce mettendo in chiaro quali sono le regole da rispettare. Ma il week-end di Budapest ci ha consegnato una Ferrari tremendamente debole all' interno del team e un Fernando Alonso incapace di voltarsi indietro e capire quanto la Ferrari gli ha dato. E questa si chiama gratitudine con o senza titoli vinti.


Condividi