Mille indiscrezioni ed un mistero: Hamilton, che fai? Che quel GP di Sakhir…?

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il rinnovo di Hamilton stenta ad arrivare quando mancano due mesi e mezzo all’inizio del mondiale. Che succede?

Un compleanno in sordina, un rinnovo che non arriva – o non viene comunicato – un futuro al momento incerto.

Al di là dell’addio shock di Nico Rosberg alla fine del mondiale 2016, non ricordo in tempi recenti una situazione simile. Il campione del mondo in carica, ad oggi, non si sa se sarà al via del mondiale 2021.

È un “non si sa” piuttosto informale, ovviamente: difficilmente Lewis si lascerà scappare l’occasione di prendersi l’ottavo mondiale – alzando l’asticella del record – e di salire ad oltre 100 pole e 100 vittorie. Il piatto è troppo ghiotto e gli avversari troppo deboli nell’ultimo anno di un regolamento che ha portato Hamilton e la Mercedes a dominare la Formula 1.

In questi giorni se ne leggono di tutti i colori: rinnova, non rinnova, vuole più soldi, vuole questo, vuole quello. Quello che vuole penso lo sappiano solo lui e Mercedes, probabilmente non da oggi.

Dando per scontata la volontà di entrambe le parti di continuare – perché dissolvere proprio quest’anno un’accoppiata simile? – il nodo potrebbe essere quello economico. E qui Mercedes ha dalla sua parte un’arma inaspettata fino ad inizio dicembre, ovvero George Russell.

Nello specifico, ciò di cui il team di Wolff può farsi forza è quello che l’inglesino ha fatto nel GP di Sakhir, rischiando di vincere al primo colpo (e perdendo l’occasione non per colpa sua) e ridicolizzando un Bottas presente da quattro stagioni in squadra con tutte le attenuanti del caso in termini di adattamento alla vettura, misure e quant’altro.

Insomma, Russell ha fatto capire chiaramente con un solo weekend che Mercedes avrebbe la possibilità di lottare per i titoli anche senza Hamilton e spendendo decisamente meno per gli ingaggi. Quello che fino a quel momento era stato un dubbio è diventato una conferma per colpa del Covid.

Per lo stesso Hamilton quella scorsa è stata una stagione allucinante in termini di emozioni, risultati raggiunti e battaglie sociali. Nella valutazione globale del rinnovo anche questi aspetti potrebbero influire, sebbene Lewis stesso abbia fatto capire a fine anno che la sua intenzione era quella di continuare.

Di certo le cose stanno andando un po’ per le lunghe ed è molto strano non avere notizie con il nuovo anno già iniziato. Ogni giorno di ritardo alimenta voci diverse in una montagna russa mediatica che si muove da settimane, tra chi dice che rinnoverà e chi che manderà in shock il Circus ritirandosi.

A fare più rumore di tutti, però, è il silenzio delle parti. Un mistero che potrebbe tenerci sulle spine ancora per un po’. Sicuramente qualcosa di diverso dal solito. Staremo a vedere.

Immagine: Twitter / F1

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE