Lewis Hamilton vince il Gp del Bahrain 2014, davanti a Rosberg e Perez

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il Gp del Bahrain conferma il totale dominio della Mercedes in quest’inizio di stagione 2014. Lewis Hamilton porta a casa il Gran Premio al termine di una lotta affascinante con il compagno di squadra Nico Rosberg. In due occasioni i due si trovano a lottare tra di loro per la prima posizione. Aggressivi ma mai esagerati, danno spettacolo lasciando rifiatare un po’ il pubblico dopo le prime due gare anonime della stagione.

Se la battaglia per il primo posto è riservata a due piloti, quella per il podio e le posizioni appena dietro è una lotta tra Force India, Red Bull e Williams. Complici strategie diverse e una Safety Car a una ventina di giri dalla fine, negli ultimi giri il gruppetto appena dietro il duo di testa dà spettacolo.

Sergio Perez riesce a scappare dal compagno di squadra e a resistere al termine ad un ottimo Daniel Ricciardo portando a casa un terzo posto meritatissimo. L’australiano, a sua volta, dà prova di essere un ottimo acquisto per la Red Bull. Mette dietro il compagno Vettel e corre intelligentemente recuperando nove posizioni rispetto a quella di partenza. Settima e ottava posizione per le Williams, che per parte della gara paiono poter lottare per il podio ma rimangono penalizzate dalla strategia a tre soste.

Male, molto male, le Ferrari. Fernando Alonso e Kimi Raikkonen non incidono mai, restano ai margini del gruppo, non danno mai impressione di poter lottare nemmeno per il podio. Non aiuta di certo la fuga del Presidente Montezemolo in un momento così delicato. Prende e se ne va a 15 giri dal termine della corsa.

Rischioso l’incidente tra Pastor Maldonado, in uscita dai box, e Gutierrez che giungeva con la Sauber. Il venezuelano colpisce la Sauber facendo da trampolino. La vettura del messicano si ribalta su sè stessa compiendo un giro quasi completo. Nessun danno per Gutierrez che esce dalla monoposto.

Il Gran Premio, in ogni caso, sbugiarda lamentele e riunioni di chi dopo appena due gare chiedeva cambi di regolamento e invocava modifiche immediate. Forse, bisogna solo avere pazienza e non pretendere tutto e subito.

Questo il risultato di gara:

PosNoDriverTeamLapsTime/RetiredGridPts
144Lewis HamiltonMercedes57Winner225
26Nico RosbergMercedes57+1.0 secs118
311Sergio PerezForce India-Mercedes57+24.0 secs415
43Daniel RicciardoRed Bull Racing-Renault57+24.4 secs1312
527Nico HulkenbergForce India-Mercedes57+28.6 secs1110
61Sebastian VettelRed Bull Racing-Renault57+29.8 secs108
719Felipe MassaWilliams-Mercedes57+31.2 secs76
877Valtteri BottasWilliams-Mercedes57+31.8 secs34
914Fernando AlonsoFerrari57+32.5 secs92
107Kimi RäikkönenFerrari57+33.4 secs51
1126Daniil KvyatSTR-Renault57+41.3 secs12
128Romain GrosjeanLotus-Renault57+43.1 secs16
134Max ChiltonMarussia-Ferrari57+59.9 secs21
1413Pastor MaldonadoLotus-Renault57+62.8 secs17
1510Kamui KobayashiCaterham-Renault57+87.9 secs18
1617Jules BianchiMarussia-Ferrari56+1 Lap19
1722Jenson ButtonMcLaren-Mercedes55+2 Laps6
Ret20Kevin MagnussenMcLaren-Mercedes40+17 Laps8
Ret21Esteban GutierrezSauber-Ferrari39Accident15
Ret9Marcus EricssonCaterham-Renault33+24 Laps20
Ret25Jean-Eric VergneSTR-Renault18+39 Laps14
Ret99Adrian SutilSauber-Ferrari17+40 Laps22

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci