L’epilogo Marussia di Abu Dhabi

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il tentativo c’era stato. La Marussia doveva correre ad Abu Dhabi l’ultima gara stagionale. Un potenziale investitore aveva garantito i fondi necessari perché la squadra potesse concludere una stagione travagliata, anche a causa del grave incidente di Jules Bianchi.

Come riferito da Geoff Rowley, uno degli amministratori FRP che controllano ciò che ormai rimane della Marussia, l’investitore ha negato il suo contributo all’ultimo momento, causando spese aggiuntive per circa 30.000 sterline per il personale che era già in viaggio ed è stato richiamato all’ultimo minuto.

“L’offerta era stata inviata il 18 novembre, il personale del team era stato avvertito ed era stato preparato tutto per il viaggio. Una gran parte del lavoro è stata svolta nelle 24 ore successive dallo staff e dagli amministratori. Purtroppo l’investitore non è stato in grado di inviare i fondi necessari. L’investitore si è offert comunque di ripagare le spese aggiuntive sostenute per il trasferimento, ma al momento la cifra di 29.443 sterline resta insoluta.”

Somma che, comunque, rimane una goccia in un oceano di oltre 48 milioni di dollari di debiti.

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE