Le prime parole di Marco Mattiacci come Team Principal Ferrari

Le prime parole di Marco Mattiacci come Team Principal Ferrari

di 18 Aprile 2014, 11:39

Ecco alcuni passaggi della prima conferenza stampa di Mattiacci come Team Principal Ferrari

"Ho ricevuto una chiamata alle 5.58 del mattino di venerdì, pensavo fosse un pesce d'aprile in ritardo, poi ho capito dopo un minuto che non lo era.. Ho accettato subito. Questa è una missione, non un'offerta di lavoro.

E' troppo presto per fare valutazioni sul team. Voglio ringraziare il Presidente Montezemolo, Stefano Domenicali, professionista e amico, e tutti quelli che mi hanno permesso di arrivare qui. La mia filosofia iniziale sarà vedere quello che c'è di buono, ed eventualmente si cambierà qualcosa. Ma c'è bisogno di tempo.

Sono stato sabato, domenica e lunedì a Maranello, ci lavoro da 14 anni. E' un'azienda che ha tantissimi talenti. Non ho mai visto tanta passione in un'azienda, passione che va al di là del rapporto lavorativo, e io devo essere all'altezza di queste persone.

Questa mattina c'è stato un primo avvicinamento per conoscere e farmi conoscere. Lotteremo, c'è un gap da chiudere e lotteremo.

Il presidente è stato molto chiaro. Avremo a disposizione qualsiasi cosa serva per costruire un gruppo solido. Interventi necessari si faranno, a patto che ci diano un forte valore aggiunto, ma abbiamo già una squadra eccellente.

Io ritengo che Alonso sia un grandissimo professionista, forse il miglior pilota in F1. Condivido la sua esigenza e penso che Alonso voglia vincere un mondiale con la Ferrari, perchè è il sogno di qualsiasi pilota quello di vincere con la Ferrari.

Non conoscere la F1 mi dà una grandissima motivazione.

Sarò me stesso. Sono una persona curiosa, lavorando in Ferrari ho conosciuto molti professionisti, tra cui il nostro Presidente. Vivendo da quasi 20 anni fuori dall'italia ho conosciuto i migliori manager e imprenditori. I principi fondamentali per me sono l'umiltà, ascoltare e imparare. Velocemente, possibilmente.

Il Presidente Montezemolo sarà vicino in base a task condivisi in cui è coinvolto, per essere più vicino alla Ferrari e vicino a me in questo momento iniziale.

Sono in Ferrari da 14 anni. Sono uscito dall'Italia a 21. La mia esperienza è internazionale, si è sviluppata in diverse geografia. Asia, America. Il mio ruolo è esaltare talenti e avere dei team competitivi. Abbiamo sempre raggiunto risultati estremamente importanti."



Condividi