Le diete dei piloti: l'asceta Rosberg, il critico Button e il McDonald per Hulkenberg

Le diete dei piloti: l'asceta Rosberg, il critico Button e il McDonald per Hulkenberg

di 01 Aprile 2014, 11:59

Sappiamo che non è una notizia che vi cambierà la vita, ma quest'anno, oltre ai radicali cambi di regolamento,  cambiata anche la dieta dei piloti - alcuni dei quali costretti a perdere ulteriore peso, seguendo un regime alimentare "monastico", come Nico Rosberg; altri invece non ne fanno una malattia, come Nico Hulkenberg.

Anche Jenson Button ha dovuto seguire un regime di "deidratazione" per perdere ulteriore peso: "Alcuni piloti sono certo che si disidratino, l'ho fatto anche io: fare saune, bagni turchi e non si mangia e non si beve fino alla fine delle qualifiche. L'ho fatto, ma fortunatamente sono arrivato a un peso per cui non mi devo preoccupare di fare di nuovo tutto ciò. È una vergogna che ci sia ancora qualche pilota a doverlo fare". Concorda con lui Lewis Hamilton: "È estremo quello che stanno facendo alcuni piloti. Sì, si può correre leggermente disidratati, ma alcuni piloti arrivano allo stremo. Non voglio che ci siano piloti anoressici".

Nico Rosberg è uno dei piloti che ha perso più peso: "Ho dovuto fare questo sacrificio, per bilanciare la monoposto perfettamente. Di per sé, la dieta è facile da seguire, ma allenarsi con poco cibo è un inferno. Non mangio carboidrati dai primi di Dicembre - per il mio sogno, sto vivendo come un monaco".

Simpatica l'ammissione di Nico Hulkenberg, invece, che ha detto di non essere ossessionato dalla perdita estrema di peso, ammettendo di aver mangiato a un McDonald a Kuala Lumpur: "È stata più l'eccezione, che la regola. Era un'emergenza - avevo davvero fame e avevo bisogno di mangiare qualcosa e lì ci sono McDonald a ogni angolo". Essendo uno dei piloti più alti del Circus (è alto 1.84 m), Hulkenberg ha sempre lavorato per rimanere il più magro possibile. "Penso che gli altri piloti abbiano dovuto perdere del peso che avevano comunque da perdere. Io peso più o meno quanto l'anno scorso. Non posso perdere di più".

 


Condividi