Inside National Motocross: Roczen senza l’avviamento elettrico nella gara di Budds Creek

National
Tempo di lettura: 2 minuti
di Andrea Ettori @AndreaEttori
21 Agosto 2018 - 12:34
Home  »  National

L’ultima gara del National a Budds Creek ha visto un Ken Roczen particolarmente competitivo, secondo assoluto di giornata dopo aver dominato la prima manche e aver chiuso in terza posizione quella successiva. Oltre alla prestazione del pilota tedesco ha impressionato anche la potenza della Honda 450, soprattutto in erogazione nei tratti in salita e particolarmente sabbiosi del tracciato americano.

Sappiamo tutti che la CRF 2019 portata in pista da Roczen ha avuto, rispetto alla versione precedente, un aumento di 2,5 cavalli e un miglioramento nell’erogazione a partire dai 3000 giri/minuto. Nonostante queste migliorie la moto giapponese è in continua fase di sviluppo, come testimonia appunto la gara di Budds Creek.

Si è scoperto infatti che nelle due manche di gara il sistema dell’avviamento elettrico non è stato montato sulla moto di Roczen, sostituito dalla “classica” pedivella che permette la riaccensione in caso di motore spento. Una modifica piuttosto curiosa, tenendo conto che la direzione intrapresa da tutte le Case è quella dell’avviamento elettrico su ogni modello. Che vantaggi avrebbe portato tale modifica sulla moto del numero 94?

Ovviamente il peso, soprattutto nel motore che per lo stile di guida di Roczen è sembrato più adatto nell’erogazione, come confermato dallo stesso pilota nella conferenza stampa post-gara: “Stiamo provando diverse cose e abbiamo un sacco di lavoro da fare sia adesso che dopo la fine del campionato. C’è da dire che oggi mi sono sentito più a mio agio in questo modo e questa cosa mi ha aiutato sicuramente durante il week-end”.

Vedremo se anche sabato, nell’ultima gara del National all’IronMan Raceway, Honda con Roczen riproporrà la stessa configurazione.

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live