Indycar | Texas 300 2021: Kanaan al comando nelle libere, qualifiche annullate per pioggia

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’unica sessione di prove libere prima della doppia gara al Texas Motor Speedway ha portato con sé due notizie negative in vista dell’appuntamento di questa notte: la prima è legata alle condizioni meteo, tutt’altro che stabili in questo momento; la seconda, ancora peggiore dal punto di vista sportivo, riguarda la resina PJ1 applicata sulla superficie dell’ovale di Fort Worth su indicazione della Nascar.

Nonostante gli sforzi fatti nelle ultime settimane dello staff di Eddie Gossage per rimuovere il materiale plastico di copertura depositato sopra l’asfalto, la presenza del PJ1 fa ancora sentire i suoi effetti: in rarissime occasioni si sono visti i piloti allargare la traiettoria verso il centro delle due coppie di curve e, nei rari casi in cui ciò è avvenuto, le macchine sono state costrette a rallentare a vista d’occhio. C’è il rischio concreto che le gare in Texas si trasformino in due lunghe processioni, con le macchine impossibilitate a proseguire affiancate in curva proprio a causa delle condizioni del manto stradale.

Per quanto riguarda i risultati delle prove libere, Tony Kanaan ha ottenuto il miglior tempo in 23.5451 secondi ad una media di poco superiore alle 220 miglia orarie; il brasiliano è stato l’unico pilota ad infrangere tale barriera velocistica. Alle sue spalle si sono piazzati Pato O’Ward e Takuma Sato, rispettivamente a due e tre centesimi dalla vetta, mentre Dixon ha ottenuto il quarto tempo.

Simon Pagenaud guida la pattuglia di piloti del Team Penske con il quinto tempo davanti al duo svedese Ericsson-Rosenqvist; ottavo posto per Josef Newgarden davanti a James Hinchcliffe, primo tra i piloti del team Andretti, e a Graham Rahal.

Il leader del campionato Alex Palou ha ottenuto l’11° posto davanti a Conor Daly, che in questo fine settimana correrà con il team Carlin al posto di Chilton. Tredicesimo Alexander Rossi che ha preceduto il suo compagno di squadra Hunter-Reay, Jack Harvey, Will Power e Colton Herta, tutti molto più indietro del previsto. Ventesimo posto per Scott McLaughlin, che però ha completato 83 giri figurando come uno dei piloti più attivi in pista.

I problemi meteo citati in precedenza hanno portato ad una riprogrammazione del weekend: le prove libere sono iniziate con un paio d’ore di ritardo sulla tabella di marcia e per questo motivo le qualifiche sono state cancellate. La griglia di partenza di entrambe le gare sarà stabilità dagli entrant points, ovvero dai punti conquistati da ciascuna “macchina” fino a questo punto della stagione.

Per fare un paio di esempi, Tony Kanaan si schiererà sulla base dei punti conquistati nelle prime due gare da Jimmie Johnson, Ed Carpenter “sfrutterà” i punti conquistati finora da Daly e lo stesso Daly partirà in fondo al gruppo perché la monoposto #59, guidata nelle prime due gare da Chilton, è quella che finora ha ottenuto meno punti di tutte le altre.

La griglia di partenza vedrà quindi Palou e Power in prima fila, Dixon e Herta in seconda, Pagenaud e Harvey in terza; tra i top driver vanno infine segnalati Newgarden e Rossi, che partiranno rispettivamente in quinta e in ottava fila, entrambi nella parte esterna del tracciato.

Immagine di copertina da Twitter/Chip Ganassi Racing

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci