Indycar | GP St. Petersburg 2014: Sato in pole dopo il diluvio

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Terzo nelle FP1, primo nelle FP2, terzo nelle FP3 e, soprattutto, primo in tutte e tre le sessioni di qualifica: è questo il ruolino di marcia di Takuma Sato nei due giorni di prove sul circuito di St.Petersburg. Il pilota giapponese del team Foyt ha conquistato la prima pole position della stagione al termine di una sessione di qualifica lunghissima, rimandata di tre ore e mezza rispetto all’orario originariamente previsto a causa delle avverse condizioni climatiche e di un’allerta tornado che nel pomeriggio aveva portato gli organizzatori a disporre l’evacuazione delle tribune e di tutti gli spazi aperti evacuare le tribune.

Alle 17:30 (le 22:30 in Italia) le qualifiche sono finalmente iniziate, sia pur con pista bagnata. Le due parti della Q1 hanno visto l’eliminazione, tra gli altri, di Bourdais, Pagenaud, Montoya e soprattutto di James Hinchcliffe, il pilota che più era sembrato in forma nel corso delle libere tra quelli della Andretti Autosport, ma che nel corso della Q1 è stato protagonista di un incidente che ha obbligato i commissari ad esporre la bandiera rossa e per questo motivo gli sono stati cancellati i suoi due migliori tempi; stessa sorte anche per Graham Rahal. Tra i qualificati alla Q2 spiccano Carlos Muñoz e Jack Hawksworth, i due rookies più interessanti di questa stagione, entrambi provenienti dalla Indy Lights.

Nel corso della Q2 la pista si è man mano asciugata, i tempi si sono abbassati e i piloti hanno potuto finalmente mettere le gomme da asciutto. Al termine della seconda manche vengono eliminati Muñoz, Hawksworth, Briscoe (il più veloce nelle prove di questa mattina), Castroneves, Saavedra e Conway. Le condizioni del tracciato in Q3 erano finalmente ottimali e i piloti hanno potuto spingere al massimo esprimendo tutto il loro potenziale; a prevalere, come detto, è stato Takuma Sato che ha preceduto di ben 3 decimi Tony Kanaan, un margine notevole per gli standard della Indycar. Dietro a Sato e Kanaan partiranno Ryan Hunter-Reay e Will Power, che per la prima volta dal 2009 non partirà al palo in questo Gran Premio; completano la top-6 il campione in carica Scott Dixon e Marco Andretti, che dopo aver chiuso le tre sessioni di prove libere nelle ultime posizioni ha finalmente tirato fuori gli artigli strappando un prezioso sesto posto.

L’appuntamento con la Indycar è per domani: alle 9:45 (le 15:45 in Italia) ci sarà il warm-up mentre la gara prenderà il via alle 15:20, le 21:20 nel nostro paese. Non è prevista la diretta TV per l’Italia, ma la corsa potrà comunque essere vista in differita su Sky Sports 3 a partire dall’1:30 di lunedì notte.

I risultati delle qualifiche

Pos.PilotaMotoreTeamTempo
1Takuma SatoHondaFoyt1:01.8686
2Tony KanaanChevroletGanassi1:02.1637
3Ryan Hunter-ReayHondaAndretti1:02.2167
4Will PowerChevroletPenske1:02.3955
5Scott DixonChevroletGanassi1:02.4454
6Marco AndrettiHondaAndretti1:02.9595
7Carlos MuñozHondaAndretti1:03.3955
8Jack HawksworthHondaHerta1:03.5738
9Ryan BriscoeChevroletGanassi1:03.6206
10Helio CastronevesChevroletPenske1:03.6635
11Sebastian SaavedraChevroletKV Racing1:03.8374
12Mike ConwayChevroletCarpenter1:03.9618
13Sebastien BourdaisChevroletKV Racing1:15.8337
14Simon PagenaudHondaSchmidt1:12.3741
15Mikhail AleshinHondaSchmidt1:15.9111
16Justin WilsonHondaCoyne1:12.5890
17Carlos HuertasHondaCoyne1:16.8105
18Juan Pablo MontoyaChevroletPenske1:12.6994
19James HinchcliffeHondaAndretti1:17.0155
20Charlie KimballChevroletGanassi1:13.0048
21Graham RahalHondaRahal1:52.9601
22Josef NewgardenHondaFisher1:13.1170

P300 MAGAZINE

Indycar | GP St. Petersburg 2014: Sato in pole dopo il diluvio

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Indycar | GP St. Petersburg 2014: Sato in pole dopo il diluvio

Continua a seguirci