Matomo

IndyCar | St. Petersburg: Power in pole davanti a Rossi

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Nona pole position in Florida per l’australiano. Nella lotta al titolo Dixon (11°) marca da vicino Newgarden, solo 8°


Sul circuito cittadino di St. Petersburg si sono disputate le ultime qualifiche della stagione IndyCar 2020. Curioso notare come l’evento, in un anno ovviamente “particolare”, sia passato dall’essere quello d’apertura a quello conclusivo e teatro della sfida finale per il titolo.

Will Power l’ha fatta da padrone anche quest’anno, per lo meno in qualifica, salendo così a quota 9 pole su questo tracciato. La possibilità di confermarsi in gara c’è tutta e sarebbe un bel modo di concludere una stagione non facile per il talentuoso pilota Penske, ricordando anche il ruolo che potrebbe avere in ottica campionato. Infatti, mentre Pagenaud partirà 12° ed è alle prese con un altro weekend difficile, Power è pronto ad aiutare Newgarden dovesse esserci l’occasione.

Accanto a Power ci sarà Alexander Rossi, a suo agio fin da ieri, seguito da Colton Herta e James Hinchcliffe, ottimo 4°. Il Team Andretti piazza così tre auto nella top 5 e si dimostra nel complesso in forma qui a St. Petersburg. Fantastica anche la qualifica di Jack Harvey, 5°, che porta così il team Meyer Shank vicino alla zona podio.

Dietro Harvey partirà Pato O’Ward, ultimo dei piloti qualificati alla Fast Six, che in gara lotterà con il coltello fra i denti per attaccare la quarta posizione in classifica generale. AJ Foyt sorride finalmente grazie a Sebastien Bourdais, 7°, che all’età di 41 anni si toglie ancora una soddisfazione su una pista a lui cara.

Josef Newgarden, unico pilota oltre a Scott Dixon rimasto matematicamente in corsa per il titolo, inizierà l’ultima e decisiva gara stagionale in ottava posizione, non certo l’ideale considerando inoltre che Dixon è appena tre posizioni dietro di lui. Potenzialmente il pilota Ganassi può gestire, ma tutto può accadere e la storia lo ha insegnato. Numeri alla mano e nella peggiore delle ipotesi, a Scott basta un 9° posto per laurearsi campione.

Chiudono la Top 10 VeeKay ed Askew, alla sua ultima gara in Arrow McLaren SP, mentre Rosenqvist avrà del lavoro da fare dopo la cancellazione dei propri 2 migliori giri e conseguente 22° posizione. Da segnalare la prima qualifica di Scott McLaughlin, proveniente dal campionato australiano Supercars e confermato fulltime per il 2021 con Penske in Indycar: un 21° posto (dopo un contatto con le barriere) che non rende giustizia al pilota neozelandese, il quale nelle libere si era difeso più che bene.

Sarà una gara tutta da seguire. Oggi alle 15:40 ci sarà il consueto warm-up di mezz’ora seguito alle 19:30 (con diretta su DAZN) dalla corsa.

I risultati completi delle qualifiche sono disponibili a questo link.

Immagine: twitter.com/12willpower (Skibinski – IMS PHOTOS)

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Lorenzo Esposito
Lorenzo Esposito
Appassionato di motorsport fin da piccolo, cresciuto con i v8 e convivente con i v6. La mia nostalgia è colmata dall’Indycar, che adoro tutt’oggi, di cui mi occupo qui fra un compito e una gara su iRacing. Cerco di star positivo e non mollare mai

ALTRI DALL'AUTORE