Indycar | Si infiamma il caso Palou, conteso tra Ganassi e McLaren

Indycar
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
13 Luglio 2022 - 21:14
Home  »  Indycar

Il campione in carica è oggetto di una disputa contrattuale tra le due squadre, che nella giornata di ieri lo hanno annunciato quasi all’unisono per il 2023


Álex Palou è nell’occhio del ciclone. Il campione in carica della IndyCar Series, attualmente quinto in campionato con quattro podi ma ancora zero vittorie all’attivo nel 2022, è oggetto di un’autentica disputa contrattuale tra Chip Ganassi Racing e Arrow McLaren SP in ottica 2023.

Nelle ultime settimane si erano sparse voci riguardanti il passaggio alla squadra di Zak Brown, dato addirittura per certo dai più importanti reporters americani della serie. Nella prima serata italiana di ieri, tuttavia, il team Ganassi ha annunciato a sorpresa di avere attivato l’opzione per il rinnovo contrattuale del pilota spagnolo, confermando che anche per la stagione 2023 il pilota spagnolo avrebbe guidato la vettura #10.

Il comunicato di Ganassi riporta queste parole del pilota: “Provo una grande sensazione sapendo di correre con il team Ganassi anche il prossimo anno. La squadra mi ha accolto a braccia aperte sin dal primo giorno e sono entusiasta di continuare a lavorare con Chip, con Mike Hull, con la crew della vettura #10 e con tutta la squadra in generale. L’obiettivo è sempre lo stesso e continueremo a lavorare senza sosta per raggiungerlo”.

Dichiarazioni che hanno colto di sorpresa anche il pilota stesso, che circa un’ora e mezza dopo l’uscita del suddetto comunicato ha scritto queste parole, piuttosto esplicite, sul suo account Twitter: “Ho appreso da alcuni media che oggi pomeriggio, senza il mio consenso, Chip Ganassi Racing ha rilasciato un comunicato dicendo che avrei corso con la squadra anche nel 2023. Ancor più sorprendentemente, il comunicato include una dichiarazione che io non ho mai rilasciato. Non approvo il comunicato e non ho mai detto quelle parole. Ho recentemente comunicato al team che per motivi personali non sono intenzionato a lavorare con loro dopo il 2022. A parte gli spiacevoli accadimenti odierni, ho grande rispetto per il team Ganassi e voglio concludere alla grande questa stagione con loro”.

A meno di dieci minuti da questa serie di tweet, McLaren ha rilasciato a sua volta un comunicato nel quale ha confermato l’arrivo di Palou in squadra a partire dal prossimo anno. Il team di Woking ha annunciato che il pilota spagnolo seguirà lo stesso programma di test al volante della MCL35M di F1 già intrapreso da Colton Herta e Patricio O’Ward, ma non ha ufficialmente definito quale sarà il ruolo di Palou dal punto di vista sportivo, ossia in quale campionato difenderà effettivamente i colori di McLaren. Tutto lascia presagire che il futuro di Palou sia legato ancora alla IndyCar, quindi al fianco di O’Ward e del neo acquisto Alexander Rossi, ma evidentemente non è ancora possibile associare l’ex pilota di GP3 e Super Formula alla sezione americana di Woking per via della disputa con Ganassi.

Restiamo dunque in attesa dello scioglimento di questo nodo contrattuale e delle eventuali ripercussioni che questo potrà avere anche sul campionato in corso.

Immagine copertina: chipganassiracing.com

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO