Indycar | Road America 2021 | Anteprima

CONDIVIDI

Con il Gran Premio di Road America, la NTT IndyCar Series “scollina” la stagione 2021 e inizia la seconda metà del proprio campionato. Da ormai 5 anni il circuito di Elkhart Lake è tornato in pianta stabile in calendario, dopo essere rimasto fuori dal giro che conta per tanti, troppi anni; se lo scorso anno il Gran Premio di Road America si era disputato nella forma del double header allo scopo di “riempire” un calendario profondamente segnato dalla pandemia di Sars-CoV-2, quest’anno si torna ad un format più tradizionale con la singola gara della domenica.

La NTT IndyCar Series arriva in Wisconsin con un nuovo leader in classifica generale: per la prima volta nella sua breve carriera, Patricio O’Ward si trova in testa al campionato grazie alla straordinaria prestazione di Detroit, dove si è preso di forza il successo in Gara-2 grazie a quattro sorpassi negli ultimi sette giri di gara.

Il pilota del team Arrow McLaren SP, che il giorno prima si era piazzato in Gara-1 sul gradino più basso del podio, è così diventato il primo pilota a vincere più di una gara in questa stagione e ha strappato la prima posizione in campionato dalle mani di Alex Palou per un solo punto. Il pilota spagnolo, buon terzo alla domenica ad un soffio da Newgarden, ha pagato a caro prezzo il deludente 15° posto in Gara-1, perdendo così la testa della classifica.

Ora si arriva a Road America, pista che nel 2020 ha regalato ad O’Ward la prima pole position ed il primo podio in carriera nella NTT IndyCar Series; 11 mesi fa il messicano aveva guidato le operazioni dal primo al penultimo giro, quando aveva capitolato agli attacchi di un Felix Rosenqvist decisamente più in palla di lui, soprattutto in termini di gestione degli pneumatici.

All’epoca era quindi stato il pilota svedese a cogliere il primo successo in carriera, riportando la #10 del team Ganassi in Victory Lane dopo quasi sei anni. Proprio Rosenqvist, che nel frattempo è diventato il compagno di squadra di O’Ward nel team Arrow McLaren SP, sarà uno dei due grandi assenti del prossimo weekend: i medici non gli hanno infatti dato ancora il via libera dopo il terrificante botto di sabato scorso causato da un problema tecnico che aveva portato l’acceleratore della sua monoposto a rimanere spalancato. Rosenqvist sta comunque bene, già domenica era stato dimesso dall’ospedale e probabilmente già a Mid-Ohio tornerà in macchina.

Per questa gara, il posto del pilota svedese sarà preso da un rookie d’eccezione: dopo essere andato vicino ad esordire nella NTT IndyCar Series nel 2015, Kevin Magnussen farà finalmente il suo debutto nella categoria a ruote scoperte più veloce d’America. Proprio a Detroit il pilota danese aveva vinto la sua prima competizione IMSA per il team di Chip Ganassi. Per Magnussen non sarà una gara facile sia per la sua inesperienza con la macchina, sia perché il suo esordio arriva su una pista estremamente difficile come quella di Road America; nonostante ciò, Kevin sarà sicuramente l’osservato speciale del weekend anche in prospettiva futura.

L’altro grande assente del weekend sarà Rinus Van Kalmthout, che lunedì scorso si è fratturato una clavicola in un incidente in bicicletta; il suo posto nel team di Ed Carpenter sarà preso da Oliver Askew, che già a Detroit aveva sostituito in Gara-2 l’infortunato Rosenqvist. Sarà interessante valutare le prestazioni del pilota americano al ritorno per un weekend di gara completo, nella speranza che Van Kalmthout si riprenda al più presto dai postumi dell’incidente.

Le novità per il GP di Road America, tuttavia, non finiscono qui: il computo degli iscritti alla gara in Wisconsin conta infatti 25 piloti, tanti quanti ce n’erano a Detroit. Con l’uscita di scena (almeno per ora) di Santino Ferrucci, il computo dei piloti in pista rimane inalterato grazie all’arrivo di Cody Ware, che finalmente farà il suo esordio nella NTT IndyCar Series con la terza monoposto del team di Dale Coyne, la seconda schierata in collaborazione con il Rick Ware Racing.

Ware aveva sfiorato il debutto già in occasione della 500 Miglia di Indianapolis, ma alla fine per motivi finanziari quell’occasione era saltata; ora Ware avrà l’opportunità di mettersi alla prova in un contesto profondamente diverso da quello delle stock car dalle quali proviene, una sfida che sta mettendo in seria difficoltà un pilota di assoluto livello come Jimmie Johnson.

Per il resto, si arriva al GP di Road America con una situazione in campionato tutt’altro che definita: al di là del fatto che i primi due sono separati da un solo punto, ci sono ben nove piloti racchiusi in meno di cento punti, a testimonianza del fatto che né la 500 Miglia di Indianapolis (a punteggio doppio), né le due gare di Detroit sono riuscite a innescare delle fughe in avanti.

Come a Detroit, anche per la prossima gara DAZN trasmetterà non solo la gara, ma anche le prove di qualifica.

2021 REV Group Grand Prix at Road America
Round 09/16
18-19-20 Giugno 2021

Indycar | Road America 2021 | Anteprima

INFO CIRCUITO

Tipologia del circuito: Stradale
Lunghezza del circuito
: 4,048 mi (6,515 km)
Giri da percorrere: 55
Distanza totale: 222,640 mi (358,304 km)
Numero di curve: 14 (10 a destra, 4 a sinistra)
Senso di marcia: orario
Prima Gara: 1982
Sanctioning body: CART 1982-2003; CCWS 2004-2007; INDYCAR 2016-2021

RECORD

Miglior giro in qualifica: 1:39.866 – Dario Franchitti – Team Green – 2000
Miglior giro in gara: 1:43.4651 – Josef Newgarden – Team Penske – 2017
Distanza: 1h37:00.799 – Christian Fittipaldi – Newman/Haas Racing – 1999 (su 55 giri)
Vittorie pilota: 3 – Mario Andretti, Emerson Fittipaldi, Michael Andretti
Vittorie team: 10 – Newman/Haas Racing
Pole pilota: 4 – Danny Sullivan
Pole team: 12 – Team Penske
Podi pilota: 7 – Michael Andretti
Podi team: 22 – Newman/Haas Racing

ALBO D’ORO

Indycar | Road America 2021 | Anteprima

PROGRAMMA

Venerdì 18 Giugno
16:00-16:45 (23:00-23:45) Prove Libere 1

Sabato 19 Giugno
10:10-10:55 (17:10-17:55) Prove Libere 2
13:30-14:40 (20:30-21:40) Qualifiche – Diretta su DAZN a partire dalle 20:30
16:30-17:00 (23:30-24:00) Warm Up

Domenica 20 Giugno
11:42 (18:42) Gara – Diretta su DAZN a partire dalle 18:50

Mappa del circuito dal sito ufficiale Indycar

Immagine di copertina da IndyCar Media/Chris Owens

P300 MAGAZINE

Indycar | Road America 2021 | Anteprima

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Indycar | Road America 2021 | Anteprima