Indycar | Pocono 500 sospesa, grave incidente per Robert Wickens

Indycar | Pocono 500 sospesa, grave incidente per Robert Wickens

La Pocono 500 è stata sospesa con bandiera rossa dopo soli sette giri a causa di un grave incidente occorso a Robert Wickens. Il pilota canadese è volato sulle protezioni esterne della curva due con la sua monoposto che è andata completamente distrutta.

Dopo aver pizzicato leggermente con l’ala anteriore la gomma posteriore sinistra della monoposto di Ryan Hunter-Reay, che lo precedeva, i due sono andati a sbattere sulle protezioni. La vettura #27 dell’americano si è fermata sulle barriere Safer, facendo da trampolino alla #6 del canadese che dopo essersi appoggiata sulla parte superiore delle protezioni stesse si è impennata, impuntandosi sulle reti e scontrandosi lateralmente con uno dei pali che le sorreggono, rimasto piegato nell’impatto. La monoposto, tornata in pista girando su stessa, è volata sopra la vettura di Hunter-Reay prima di tornare a terra, mentre altri tre piloti (Hinchcliffe, Fittipaldi e Sato) sono rimasti coinvolti successivamente nel caos generale senza però conseguenze gravi, anche se sono al medical center per controlli.

Wickens è stato soccorso prontamente dall’equipe medica della Indycar, con l’elicottero pronto a trasportarlo presso l’ospedale più vicino. Purtroppo non si conosce ancora nulla sulle sue condizioni, mentre ci vorrà almeno un’ora per riparare le protezioni divelte dalla monoposto del canadese prima che possa ripartire la corsa.

La gara era andata subito sotto caution per una toccata di Rahal a Pigot all’esposizione della green flag. Dopo alcuni giri di Pace Car, la ripartenza e l’incidente di Wickens.

Seguiranno aggiornamenti sulle condizioni del pilota, con la speranza di ricevere presto notizie positive.

In attesa di queste, evitiamo di pubblicare il video dell’incidente.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,684FollowersFollow
Indycar | Pocono 500 sospesa, grave incidente per Robert Wickens 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE