Indycar | Mid-Ohio 2020 | Anteprima

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

L’appuntamento del prossimo weekend con la NTT IndyCar Series è anche l’ultimo ad essere stato ufficializzato in calendario: la notizia del reinserimento della Honda Indy 200 di Mid-Ohio è infatti arrivata solamente domenica scorsa, a meno di sei giorni dall’inizio del weekend.

Sul Mid-Ohio Sports Car Course di Lexington, Ohio, la NTT IndyCar Series disputerà il decimo e l’undicesimo appuntamento di questa stagione segnata dalla pandemia di Sars-CoV-2, che fino ad ora ha visto un solo dominatore nella persona di Scott Dixon.

Con quattro vittorie e un secondo posto alla 500 Miglia di Indianapolis all’attivo, il pilota neozelandese si trova in cima alla classifica del campionato con ampio margine nei confronti degli inseguitori: sono ben 96, infatti, i punti che lo separano da Josef Newgarden, secondo in classifica generale.

Dixon si trova quindi nella posizione ideale per poter gestire questa fase finale del campionato. Va inoltre detto che in passato la pista di Mid-Ohio è spesso stata “amica” di Dixon, che su questi saliscendi ha vinto per ben 6 volte tra il 2007 e il 2019.

Se Dixon può permettersi di affrontare con relativa tranquillità le ultime cinque gare di questa stagione, ben diverso è il compito di Josef Newgarden: il campione in carica ha uno svantaggio di due gare in termini di punteggio e dovrà affrontare i prossimi appuntamenti correndo all’attacco.

Tutti gli altri avversari sono staccatissimi: al terzo posto troviamo Patricio O’Ward, autore di una progressione straordinaria in questa sua prima stagione completa nella NTT IndyCar Series. Il pilota messicano ha già conquistato tre podi nelle prime nove gare di questo campionato, ma non ha mai centrato la vittoria pur andandoci vicino molte volte.

Alle spalle di O’Ward troviamo Takuma Sato, che tre settimane fa si è aggiudicato per la seconda volta la 500 Miglia di Indianapolis e che nella successiva Gara-1 a Gateway ha conteso il successo a Scott Dixon fino all’ultimo giro. Questi due exploit hanno permesso al pilota giapponese di risalire al quarto posto in classifica generale, ma lo svantaggio accumulato nel corso di una prima fase di stagione non particolarmente brillante lo ha, di fatto, escluso dalla lotta per il campionato.

Dietro a Sato troviamo Colton Herta, unico pilota del team Andretti che in questo momento si trova nelle parti alte della classifica generale grazie ad una stagione molto costante ma priva di exploit. Escludendo il disastroso weekend in Iowa, Herta si è sempre piazzato tra il quarto e l’ottavo posto sotto la bandiera a scacchi.

È invece fuori dai giochi Simon Pagenaud, che tra gli appuntamenti di Indianapolis e Gateway ha ottenuto come miglior risultato una sedicesima posizione sprofondando dal secondo al sesto posto in classifica generale. Sorte analoga per Will Power, ottavo in campionato e protagonista di una stagione decisamente altalenante nella quale ha ottenuto tre podi, ma anche ben sei piazzamenti al di fuori della top-10. Tra sabato e domenica Power andrà alla caccia non solo del primo successo in carriera sul circuito di Mid-Ohio, ma anche della prima vittoria in questa stagione.

Il format del weekend di Mid-Ohio ricalcherà quello dell’appuntamento di Road America, con due sessioni di qualifica ed altrettante gare in programma tra sabato e domenica. L’unico turno di prove libere, dalla durata di 75 minuti, si svolgerà sabato mattina. In questo modo, la INDYCAR aggiungerà due eventi in calendario riducendo al minimo indispensabile il tempo di permanenza delle squadre sull’impianto.

Come nella maggior parte delle altre gare di questo campionato, anche a Mid-Ohio scenderanno in pista 23 monoposto. Non ci saranno novità significative a livello di le line-up di piloti: Max Chilton tornerà a guidare la #59 del team Carlin e Conor Daly sostituirà il team owner Ed Carpenter sulla monoposto #20. Infine Dalton Kellett rileverà Tony Kanaan al volante della #14 del team Foyt.

2020 Honda Indy 200
Round 10-11/14
12-13 Settembre 2020

INFO CIRCUITO

Tipologia del circuito: Stradale
Lunghezza del circuito
: 2,258 mi (3,634 km)
Giri da percorrere: 75
Distanza totale: 169,350 mi (272,542 km)
Numero di curve: 13 (8 a destra, 5 a sinistra)
Senso di marcia: orario
Prima Gara: 1970
Sanctioning body: Formula 5000 1970-1976; CART 1980-2003; IRL 2007-2010; INDYCAR 2011-2020

RECORD

Miglior giro in qualifica: 1:03.8700 – Simon Pagenaud – Team Penske – 2016
Miglior giro in gara: 1:05.2600 – Will Power – Team Penske – 2016
Distanza: 1h43:29.1371 – Charlie Kimball – Chip Ganassi Racing – 2013 (su 90 giri)
Vittorie pilota: 6 – Scott Dixon
Vittorie team: 11 – Chip Ganassi Racing
Pole pilota: 4 – Mario Andretti, Will Power
Pole team: 12 – Team Penske
Podi pilota: 8 – Bobby Rahal
Podi team: 31 – Team Penske

ALBO D’ORO

PROGRAMMA

Sabato 12 Settembre
10:45-12:00 (16:45-18:00) Prove Libere
14:00-14:30 (20:00-20:30) Qualifiche 1
17:00 (23:00) Gara 1 – Diretta su DAZN a partire dalle 23:00

Domenica 13 Settembre
10:15-10:45 (16:15-16:45) Qualifiche 2
13:05 (19:05) Gara 2 – Diretta su DAZN a partire dalle 19:05

Mappa del circuito dal sito ufficiale Indycar
Immagine di copertina da IndyCar Media/James Black

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE