Indycar | Mid-Ohio 200 2021: Trionfo di Newgarden davanti a Ericsson e Palou

Newgarden resta al comando dall’inizio alla fine, Palou rafforza la leadership in campionato

In testa dall’inizio alla fine, Josef Newgarden è finalmente tornato al successo trionfando nella 200 Miglia di Mid-Ohio. Il pilota del Team Penske ha dominato il decimo appuntamento della stagione 2021 della NTT IndyCar Series: partito dalla pole, ha poi mantenuto il comando per tutta la durata della gara, cedendolo solo per una manciata di tornate in occasione dei due cambi gomme.

Newgarden ha resistito benissimo all’assalto finale di Marcus Ericsson, che negli ultimi 20 giri aveva azzerato il distacco di sei/sette secondi accumulato nei primi due stint di gara; lo svedese è arrivato sul traguardo in scia al vincitore, ma non è mai stato sufficientemente vicino da poter provare un attacco.

Per Newgarden si tratta della vittoria numero 19 nella NTT IndyCar Series, un risultato che lo porta in vetta alla classifica dei piloti americani più vincenti tra quelli in attività scavalcando definitivamente Ryan Hunter-Reay, fermo a quota 18.

Completa il podio Alex Palou, capace di risalire dalla settima posizione in griglia fino alla terza sotto il traguardo grazie in particolare ad un paio di giri velocissimi prima dell’ultima sosta ai box, grazie ai quali ha guadagnato due posizioni ai danni di Scott Dixon e di Alexander Rossi, rispettivamente quarto e quinto sul traguardo.

Con questo risultato, Palou rafforza la leadership in campionato nei confronti del suo più diretto inseguitore, Pato O’Ward, solamente ottavo sotto la bandiera a scacchi; il messicano, partito 20°, è stato capace di recuperare numerose posizioni fin dal via, ma dopo i primi giri il suo ritmo si è piuttosto plafonato e, fatta eccezione per un paio di tentativi di sorpasso, non è riuscito a mettere in mostra quel guizzo necessario per limitare i danni nei confronti del pilota spagnolo del team Ganassi.

In una gara tutto sommato lineare dopo i colpi di scena alla partenza e alla successiva ripartenza, condizionate, da due incidenti, gli unici spunti (purtroppo per lui in negativo) sono arrivati da Colton Herta. Il pilota del team Andretti sembrava essere l’unico in grado di impensierire Newgarden per il successo finale, ma un problema al bocchettone nel corso del primo pit stop l’ha retrocesso dalla seconda alla settima posizione.

I suoi problemi, tuttavia, non si sono esauriti qui: al termine della seconda sosta ha fatto spegnere il motore perdendo così ulteriore tempo; la ciliegina sulla torta è però arrivata al termine del penultimo giro, quando Herta è stato costretto a rientrare ai box per un rabbocco d’emergenza visto che nella sosta precedente non era entrato in macchina tutto l’etanolo inizialmente preventivato. Il pilota della #26, vincitore a Mid-Ohio lo scorso anno, si è così dovuto accontentare della 13esima posizione sul traguardo.

Giornata negativa anche per Will Power, out dopo soli quattro giri di gara: finito in testacoda nel tentativo di resistere a Scott Dixon, l’australiano del Team Penske è stato colpito da Ed Jones, accecato dalla nube di fumo prodotta dalle ruote posteriori della vettura #12; entrambi sono stati costretti al ritiro e sono anche stati gli unici due piloti a non tagliare il traguardo di questa gara.

L’altra caution di questa gara è arrivata subito dopo la partenza, quando Hinchcliffe e Hunter-Reay sono arrivati al contatto in Curva 4 (la prima dopo la partenza); alle loro spalle Rosenqvist è stato colpito da Grosjean e ha fatto spegnere il motore, provocando così la prima neutralizzazione dopo pochi secondi di gara.

La nuova classifica generale vede Alex Palou sempre al comando con 384 punti, ben 39 in più di O’Ward fermo a quota 345; Dixon è terzo a 328 davanti a Newgarden a 315, che con il successo di oggi riduce a 69 i punti di distacco dallo spagnolo del team Ganassi. Sorprende il quinto posto in classifica generale di Marcus Ericsson, che con il podio di oggi ha guadagnato ben tre posizioni.

Dopo la gara di oggi la NTT IndyCar Series va in ferie per cinque settimane: il prossimo appuntamento sarà con l’edizione inaugurale del Music City Grand Prix sul circuito cittadino di Nashville, dove Newgarden correrà in casa.

Immagine di copertina da IndyCar Media/Joe Skibinski

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM