Indycar | Mid-Ohio 200 2019: Pole position per Will Power

INDYCAR
Mid-Ohio 200 2019: Pole position per Will Power

Secondo e terzo posto per Rossi e Newgarden di 28 Luglio 2019, 01:13

Le possibilità di conquistare il secondo titolo in carriera nella Indycar Series sono oramai ridotte al lumicino, ma dopo tanto tempo è finalmente arrivato un segno di riscossa da parte di Will Power: sul circuito stradale di Mid-Ohio, il pilota australiano ha conquistato la sua terza pole position stagionale dopo quelle di St.Petersburg ed Austin, spezzando così un digiuno che si prolungava dalla seconda gara del campionato. Con un ultimo giro spaziale Power ha vinto la resistenza di Alexander Rossi, che dopo le prime due manche di qualifica sembrava essere il candidato naturale alla conquista della prima posizione sullo schieramento di partenza: il tempo di 1:05.1569 messo a segno dal pilota del Team Penske non ha però lasciato possibilità di replica al pilota californiano, che si è dovuto così accontentare della seconda posizione a quasi 4 decimi di ritardo dalla pole position.

Nonostante abbia mancato l'obiettivo della pole, che gli avrebbe permesso anche di conquistare un punto bonus, Rossi può comunque sorridere, visto che al termine delle qualifiche ha preceduto di 2 decimi e mezzo il leader del campionato, Josef Newgarden, che dal canto suo si è dovuto accontentare della terza posizione. Nella giornata di oggi è inoltre arrivata la notizia del rinnovo del contratto di Rossi con la Andretti Autosport anche per la stagione 2020, evento che ha posto fine alle speculazioni che vedevano il pilota americano in procinto di congiungersi al Team Penske.

A proposito di Penske, in seconda fila oltre a Newgarden ci sarà Simon Pagenaud, che ha confermato le buone prestazioni messe in mostra nelle qualifiche di Toronto e dell'Iowa. Gli ultimi due piloti ad essere giunti nella Firestone Fast Six sono Sebastien Bourdais e Felix Rosenqvist, che domani partiranno dalla terza fila; per entrambi il ritardo nei confronti della pole di Power è superiore al secondo.

Il primo degli esclusi dall'ultima fase delle qualifiche è stato Colton Herta, che tra ieri e oggi aveva ottenuto la miglior prestazione in due turni di prove libere su tre; al fianco del rookie americano ci sarà Scott Dixon mentre alle loro spalle ci saranno un ottimo Jack Harvey e Ryan Hunter-Reay. Sesta fila per le due monoposto del team Schmidt-Peterson, con Hinchcliffe che ha preceduto Ericsson di 3 decimi.

Per quanto riguarda i piloti esclusi già al termine della prima fase delle prove, stupisce in negativo la prestazione dei due piloti del team Rahal-Letterman che non sono andati oltre l'ottava e la nona fila, rispettivamente con Graham Rahal e Takuma Sato. Buona prova per RC Enerson, che dopo essere tornato al volante di una Indycar a tre anni di distanza dall'ultima volta ha chiuso il suo gruppo di qualifica in penultima posizione davanti a Tony Kanaan.

Nel corso dell'intero turno di prove non si sono verificati né incidenti né uscite di pista "minori" che abbiano portato all'esposizione delle bandiere gialle o rosse.

L'appuntamento con la bandiera verde per la 200 Miglia di Mid-Ohio è per le 22; quattro ore prima si disputerà la mezz'ora di warm up per la definizione delle ultime modifiche agli assetti in vista della gara.

Riepilogo

Q1 Gruppo 1

Q1 Gruppo 2

Q2

Fast Six

Immagine di copertina da https://twitter.com/IndyCar



Condividi