Indycar | McLaughlin esordirà in IndyCar a St.Petersburg col Team Penske

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’atteso esordio di McLaughlin, previsto inizialmente per maggio, è stato posticipato a causa del Covid-19

Il Team Penske ha annunciato che il tanto atteso debutto di Scott McLaughlin nella NTT IndyCar Series avverrà nel weekend del 25 ottobre sul circuito cittadino di St.Petersburg, che ospiterà il round conclusivo della stagione 2020.

Il debutto del pilota neozelandese nella NTT IndyCar Series era stato originariamente programmato per il GP di Indianapolis di maggio, ma l’emergenza Sars-CoV-2 e il conseguente sconvolgimento dei calendari del campionato Supercars e della NTT IndyCar Series hanno costretto lui e la sua squadra a rinviare i loro propositi. Prima dello scoppiare dell’epidemia, McLaughlin aveva fatto in tempo a svolgere le due giornate di test collettive sul circuito di Austin, sempre nel mese di febbraio, oltre ad alcune prove private a Sebring e al Texas Motor Speedway.

McLaughlin è il bi-campione uscente della Supercars australiana, avendo vinto il titolo nel 2018 e nel 2019 dopo averlo sfiorato nel ’17; al momento si trova in prima posizione nel campionato Supercars in corso, che però, con ogni probabilità, sarà anche il suo ultimo nella categoria.

A meno di clamorose novità dell’ultimo minuto, nel 2021 McLaughlin correrà negli Stati Uniti per il Team Penske. Nonostante tutti gli indizi puntino verso la NTT IndyCar Series, non è ancora escluso che per il pilota neozelandese possa aprirsi un programma parziale anche in una delle categorie della Nascar, che sia Cup Series o Xfinity Series.

Queste le parole dei protagonisti.

Scott McLaughlin, pilota della Shell V-Power Nitro+ Chevrolet #3: “Non ho mai smesso di pensare a questa cosa, ma prima di tutto volevo concentrarmi sulla vittoria del terzo campionato Supercars consecutivo per me, per il DJR Team Penske e per tutti i nostri partner in Australia. Questo continua ad essere il nostro obiettivo e abbiamo altri tre round per raggiungerlo, ma allo stesso modo sono eccitato di poter finalmente avere l’occasione di esordire in INDYCAR.

Ho fatto il possibile per mantenere i miei contatti con la serie durante quest’anno, dal guardare le gare in televisione a parlare con i piloti e con alcuni ingegneri del Team Penske. Non ero sicuro di poter tornare al volante di una di queste macchine a causa delle restrizioni legate al Covid-19, ma ho sempre voluto tenermi pronto nel caso in cui si fosse presentata l’opportunità.

Tim Cindric, presidente del Team Penske: “Da sempre abbiamo avuto in programma di far correre a Scott una gara della INDYCAR SERIES in questa stagione, ma non abbiamo mai voluto che la sua concentrazione si spostasse dal suo obiettivo primario, che è ovviamente la vittoria di un altro campionato Supercars.

Il Covid-19 ha sicuramente cambiato questi piani ma, per il modo in cui si sono formati i calendari nella parte finale della stagione, St.Pete è diventata un’opzione concreta. Confermiamo il nostro impegno nel farlo correre in INDYCAR: sappiamo che Scott è pronto per questa sfida e questo fatto aggiungerà ulteriore emozione all’ultimo appuntamento della stagione 2020 a St.Petersburg.

Immagine di copertina da IndyCar Media/Jonathan Ferrey

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE