Indycar | GP Long Beach 2014: Pole per Hunter-Reay, prima fila tutta Andretti

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dominio del team Andretti in California nelle qualifiche del 40° Gran Premio di Long Beach: Ryan Hunter-Reay e James Hinchcliffe hanno conquistato l’intera prima fila del Gran Premio che partirà domani nella tarda serata italiana; il campione Indycar 2012 ha strappato al suo compagno di squadra la prima pole position in carriera in Indycar quando nel corso del suo ultimo giro cronometrato ha fatto registrare il tempo di 1:07.8219, 12 centesimi scarsi più basso rispetto al miglior crono del pilota canadese. Alle spalle del duo di Andretti ci saranno Sebastien Bourdais e Josef Newgarden, due piloti che erano stati molto veloci già nel corso delle libere, mentre dalla terza fila partiranno l’ottimo Jack Hawksworth, che conquista la Firestone Fast Six alla sua seconda gara in Indycar in carriera, e Simon Pagenaud.

Le prove hanno riservato grandi colpi di scena fin dai due gruppi che hanno composto la prima fase delle qualifiche, dove sono stati eliminati prima Tony Kanaan e Takuma Sato e poi Will Power; l’australiano ha eguagliato il tempo ottenuto questa mattina nell’ultimo turno di prove libere, ma tale risultato non è stato sufficiente per permettergli il passaggio in Q2; oltre a lui nel secondo gruppo della Q1 sono stati eliminati il suo compagno di squadra Montoya e Ryan Briscoe per il team Ganassi. Quanto a Sato, anch’egli eliminato in Q1; inoltre a lui verranno tolti i due migliori tempi fatti registrare nel corso della sessione per aver ostacolato Sebastien Bourdais nel corso di un suo giro veloce.

Grandi sorprese anche in Q2, dove tra gli altri sono stati eliminati Scott Dixon (7°) ed Helio Castroneves (9°), con il neozelandese che è rimasto fuori dalla Q3 per appena 3 centesimi di secondo; buona prestazione invece per Marco Andretti che, come a St. Petersburg, ha riscattato delle libere difficili con una buona qualifica dove ha chiuso all’ottavo posto a poco più di 2 decimi da Sebastien Bourdais, che nel corso della seconda manche ha fatto anche registrare il miglior tempo dell’intera sessione di qualifica. Il pilota francese del team KV Racing non è poi riuscito a ripetersi in Q3 e ha dovuto arrendersi alla supremazia dei piloti del team di Michael Andretti, ma ha avuto comunque il merito di essere l’unico pilota motorizzato Chevrolet ad accedere alla Fast-Six.

Gli appuntamenti di domani prevedono, come di consueto, il warm up mattutino alle 9 (le 18 in Italia) e la gara a partire dalle ore 13:45, le 22:45 nel nostro paese; per la prima volta in questa stagione la partenza della gara non sarà lanciata ma verrà data da fermo, come già sperimentato nel corso della passata stagione in alcune occasioni. Il 40° Gran Premio di Long Beach verrà trasmesso in diretta su Sky Sport 3 con collegamento a partire dalle 22:40, telecronaca di Massimo Discenza e Daniele Galbiati.

Questa la griglia di partenza (provvisoria perchè quella ufficiale verrà diramata solo in seguito) per la gara di domani

Pos.PilotaMotoreTeamTempo
1Ryan Hunter-ReayHondaAndretti1:07.8219
2James HinchcliffeHondaAndretti1:07.9403
3Sebastien BourdaisChevroletKV Racing1:07.9580
4Josef NewgardenHondaFisher1:08.0097
5Jack HawksworthHondaHerta1:08.0525
6Simon PagenaudHondaSchmidt1:08.0732
7Scott DixonChevroletGanassi1:07.9981
8Marco AndrettiHondaAndretti1:08.0179
9Helio CastronevesChevroletPenske1:08.1119
10Justin WilsonHondaCoyne1:08.1218
11Carlos MuñozHondaAndretti1:08.1506
12Oriol ServiaHondaRahal1:08.3532
13Tony KanaanChevroletGanassi1:08.4424
14Will PowerChevroletPenske1:08.1159
15Takuma SatoHondaFoyt1:08.5660
16Juan-Pablo MontoyaChevroletPenske1:08.3649
17Mike ConwayChevroletCarpenter1:08.5702
18Ryan BriscoeChevroletGanassi1:08.3699
19Charlie KimballChevroletGanassi1:08.6507
20Mikhail AleshinHondaSchmidt1:08.4321
21Carlos HuertasHondaCoyne1:08.7051
22Sebastian SaavedraChevroletKV Racing1:08.9619
23Graham RahalHondaRahal1:09.0562

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci